toc2 AntiVir, un software paragonabile ai più quotati antivirus commerciali - Software Free & Open Source

Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

mercoledì 18 marzo 2009

AntiVir, un software paragonabile ai più quotati antivirus commerciali

http://files.myopera.com/RichardCooper/blog/AntiVir.png

Caratteristiche: Antivir Personal Edition è un software che, secondo noi, è ndiamo sul sito di AntiVir e scarichiamo la versione adatta a linux. All’interno del pacchetto sarà presente anche un’esaustiva documentazione.

Spostiamo e scompattiamo il pacchetto nella directory “opzionale” /opt. Fate quindi un “taglia/incolla” del pacchetto per portarlo dalla directory “home” alla “/opt” e scompattatelo con:

tar zxvf antivir*

Ed ecco poi i comandi da dare (li ho segnati in grassetto):

eric@eric-laptop:~$ sudo -s
eric@eric-laptop:~$ cd /opt
eric@eric-laptop:/opt$ cd antivir-workstation-pers-2.1.10-15
eric@eric-laptop:/opt/antivir-workstation-pers-2.1.10-15$ chmod a+rwx install
eric@eric-laptop:/opt/antivir-workstation-pers-2.1.10-15$ chown eric install [ovviamente sostituite "eric" con il vostro nome utente]
eric@eric-laptop:/opt/antivir-workstation-pers-2.1.10-15$ ./install

A questo punto ha inizio l’installazione del software. Viene chiesto di prendere visione della “solita licenza”: premete pure il tasto “q” per saltare questo passaggio. Ecco le domande che vi verranno poste e le risposte che personalmente ho dato (che dovrebbero andar bene per la maggior parte degli utenti):

Do you agree to the license terms? [n] y
Enter the path to your key file: [hbedv.key] premere INVIO
Would you like to install the internet update daemon? [n] y
Would you like to create a link in /usr/sbin for avupdater ? [y] premere INVIO
Would you like the internet update daemon to start automatically? [y] premere INVIO

Un discorso a parte merita il suguente punto:

How should AvGuard be installed? [n] premere INVIO

AvGuard è una funzionalità che permette di scansionare un file nel momento stesso in cui si effettua un accesso a tale file, la funzione è anche conosciuta col nome di “real-time”. Su un sistema Windows si tratta senza alcun dubbio di un’opzione da abilitare; su un sistema linux causerebbe un inutile spreco di risorse. Sappiate soltanto che se volete abilitare questa opzione il passaggio è leggermente più lungo in quanto dovete prima installare manualmente il modulo “Dazuko“: guardate QUA per sapere come procedere. Io non ho voluto attivare l’opzione AvGuard e quindi continuiamo con la nostra lista dei comandi:

Would you like to install the GUI (+ SMC support)? [y] premere INVIO
Would you like to configure the AntiVir updater now? [y] premere INVIO
Would you like email notification about updates? [n] premere INVIO
Would you like the updater to log to a custom file? [y] premere INVIO
What will be the log file name with absolute path (it must begin with ‘/’) ? [/var/log/avupdater.log] premere INVIO
How often should AntiVir check for updates? [2] premere INVIO
Does this machine use an HTTP proxy server? [n] premere INVIO
Save configuration settings? [y] premere INVIO
Would you like to apply the new configuration? [y] premere INVIO

In modo da avviare l’update dell’antivirus allo startup del sistema andiamo in “Sistema >> Preferenze >> Sessioni”. Clicchiamo su “Nuovo” ed inseriamo:

modificaprogrammaavvioantivir.png

Avremo così il nostro servizio che partirà in automatico all’avvio del sistema.

sessioniantivir.png

Per comodità ho anche aggiunto un menù. Andate su “Sistema >> Preferenze >> Menù Principale”.

menuprincipaleantivir.png

Spostatevi nella sezione “Accessori” e cliccate su “Nuova voce”. Inserite i seguenti valori:

proprietadelliconadiavvioantivir.png

Potrete così aprire l’antivirus dal menù “Applicazioni >> Accessori >> Virus Scanner”. Inizialmente l’applicazione non mi funzionava… provando però a digitare da terminale

/usr/bin/antivir-gui

ho poi capito il perché: l’utente “eric” non faceva parte del gruppo “antivir”. Quindi, per porre rimedio al problema, andate su “Sistema >> Amministrazione >> Utenti e gruppi”.

impostazioniutentiantivir.png

Cliccate ora sul pulsante “Gestione gruppi”. Dalla nuova finestra che si aprirà, selezionate “antivir” e cliccate sul pulsante “Proprietà”.

impostagruppoantivir.png

Spuntate le caselle “root” e “NomeUtente”.

spuntacaselleutentiantivir.png

Ri-effettuate il login (o riavviate il sistema) e tutto funziona alla perfezione incorpora sono infatti paragonabili a quelle offerte dai più famosi software commerciali pur essendo (udite, udite...) completamente gratuito. L’installazione di Antivir Personal Edition, è avviabile semplicemente servendosi del file eseguibile autoestraente avwinsfx.exe: si tratta di una procedura di setup standard, comune a gran parte delle altre applicazioni Windows. Al termine dell’installazione, Antivir provvederà ad effettuare una scansione dei dischi fissi collegati.

Il programma si compone di due moduli: quello principale, avviabile dal gruppo Antivir Personal Edition, permette di effettuare una scansione più o meno approfondita di qualunque supporto di memorizzazione collegato; Antivir Guard è invece residente in memoria: eseguito automaticamente all’avvio del sistema operativo, si incarica di controllare in tempo reale la presenza di eventuali virus.

Antivir Guard è già preconfigurato per la scansione dei file sia in lettura che in scrittura nonché per il controllo degli archivi compressi: ciò significa che l’antivirus è in grado di rilevare la presenza di "ospiti sgraditi" anche all’interno di file zip, rar e così via.

Per accedere alle impostazioni di Antivir Guard, è sufficiente cliccare con il tasto destro del mouse sull’icona raffigurante un piccolo ombrello di colore rosso (posta nella traybar, l’area accanto all’orologio di Windows) e cliccare sulla voce Options.

Vi consigliamo di lasciare invariate le opzioni di default proposte da Antivir sin dalla prima installazione: garantiscono già un ottimo livello di sicurezza. Solo a titolo di curiosità, potete controllare - cliccando sul pulsante File extensions - la lista dei tipi di file che l’antivirus sottopone a controllo, in modo predefinito.


http://www.hwupgrade.it/articoli/stampa/software/1480/antivir_alarm.jpg

http://www.programmigratis.biz/info/wp-content/uploads/2006/04/AntiVir.jpg

Servendovi della scheda Action, è possibile decidere il comportamento che Antivir deve tenere nel caso in cui identifichi la presenza di un virus. E’ possibile scegliere se spostare il file in una cartella di quarantena (opzione di default), se cancellarlo immediatamente oppure - addirittura - se applicare un wiping su di esso. Selezionando quest’ultima opzione il file infetto viene sovrascritto più volte in modo da impedire qualsiasi successivo tentativo di recupero.

Prima di compiere qualsiasi altra operazione, è consigliabile - come nel caso degli altri pacchetti antivirus - procedere all’aggiornamento del programma e delle sue impronte virali. Per far ciò è necessario cliccare sul menù File , Start Antivir Main Program oppure avviare il modulo principale di Antivir dall’apposita icona contenuta nel menù Programmi. A questo punto, si deve cliccare sul pulsante Internet Update quindi su Start per controllare la presenza di aggiornamenti sul sito web della software house produttrice di Antivir. Qualora l’antivirus dovesse accertare la disponibilità di nuove versioni dell’antivirus oppure di nuove impronte virali, richiederà se si vuole procedere con l’aggiornamento.
In caso contrario, Antivir mostrerà il messaggio No new version available: cliccate su No per uscire dalla procedura di aggiornamento.
Ricordate di effettuare periodicamente un controllo della disponibilità di nuove versioni: sarete così certi che anche i virus più recenti verranno riconosciuti.
http://www.tuttoperinternet.it/lezioni/images/antivir1.gif


In conclusione. Antivir si è ben comportato nei nostri test riconoscendo senza alcuna esitazione la totalità dei virus worm e dei trojan che abbiamo disseminato sui nostri dischi fissi.
Ci ha, poi, davvero piacevolmente stupito l’abilità di Antivir Personal Edition nello smascherare la presenza di qualsiasi virus compresso all’interno di archivi Zip/Rar.
Certo, Antivir deve ancora crescere: al momento, ad esempio, non include una funzione per il controllo diretto della posta elettronica in entrata e in uscita. Non abbiamo comunque dato grande peso a questa mancanza perché, pur non essendo in grado di rilevare la presenza di un virus all’atto della ricezione di un’e-mail infetta, Antivir blocca immediatamente il virus qualora si tenti di eseguirlo o di memorizzarlo su disco fisso.
Con l’ultima versione di Antivir Personal Edition il produttore dell’antivir ha corretto un fastidioso falso positivo che avevamo riscontrato nelle precedenti release: il programma segnalava erroneamente la presenza di un worm in alcune procedure di installazione di software commerciali e shareware.
L’interfaccia utente va certamente migliorata ed alcune interessanti opzioni di configurazione del programma sono nascoste all’interno di una struttura ad albero: basterebbe riorganizzare queste funzioni per rendere il programma ancor più interessante.
Differentemente da quanto avviene per altri software, i produttori di Antivir distribuiscono un unico file d’installazione per tutte le versioni di Windows (da Windows 95 a Windows XP, passando per Windows 98, ME, NT e 2000): un vantaggio non da poco che evita la necessità di dover scaricare periodicamente le versioni aggiornate per ciascun sistema operativo utilizzato.

Pro
- E’ riuscito a riconoscere tutte le tipologie di virus
- Il programma è completamente gratuito
- Unico modulo di installazione per i vari sistemi operativi
- File d’installazione leggero e compatto

Contro
- Manca una funzione per il controllo automatico delle e-mail in entrata e in uscita
- Interfaccia molto essenziale ed un po’ "spartana"
- Al momento è disponibile solo in lingua inglese e tedesca
- Aggiornamento del pacchetto (impronte virali) ottimizzabile

Come installare AntiVir in Linux (in questo caso Ubuntu):

ndiamo sul sito di AntiVir e scarichiamo la versione adatta a linux. All’interno del pacchetto sarà presente anche un’esaustiva documentazione.

Spostiamo e scompattiamo il pacchetto nella directory “opzionale” /opt. Fate quindi un “taglia/incolla” del pacchetto per portarlo dalla directory “home” alla “/opt” e scompattatelo con:

tar zxvf antivir*

Ed ecco poi i comandi da dare (li ho segnati in grassetto):

eric@eric-laptop:~$ sudo -s
eric@eric-laptop:~$ cd /opt
eric@eric-laptop:/opt$ cd antivir-workstation-pers-2.1.10-15
eric@eric-laptop:/opt/antivir-workstation-pers-2.1.10-15$ chmod a+rwx install
eric@eric-laptop:/opt/antivir-workstation-pers-2.1.10-15$ chown eric install[ovviamente sostituite "eric" con il vostro nome utente]
eric@eric-laptop:/opt/antivir-workstation-pers-2.1.10-15$ ./install

A questo punto ha inizio l’installazione del software. Viene chiesto di prendere visione della “solita licenza”: premete pure il tasto “q” per saltare questo passaggio. Ecco le domande che vi verranno poste e le risposte che personalmente ho dato (che dovrebbero andar bene per la maggior parte degli utenti):

Do you agree to the license terms? [n] y
Enter the path to your key file: [hbedv.key] premere INVIO
Would you like to install the internet update daemon? [n] y
Would you like to create a link in /usr/sbin for avupdater ? [y] premere INVIO
Would you like the internet update daemon to start automatically? [y] premere INVIO

Un discorso a parte merita il suguente punto:

How should AvGuard be installed? [n] premere INVIO

AvGuard è una funzionalità che permette di scansionare un file nel momento stesso in cui si effettua un accesso a tale file, la funzione è anche conosciuta col nome di “real-time”. Su un sistema Windows si tratta senza alcun dubbio di un’opzione da abilitare; su un sistema linux causerebbe un inutile spreco di risorse. Sappiate soltanto che se volete abilitare questa opzione il passaggio è leggermente più lungo in quanto dovete prima installare manualmente il modulo “Dazuko“: guardate QUA per sapere come procedere. Io non ho voluto attivare l’opzione AvGuard e quindi continuiamo con la nostra lista dei comandi:

Would you like to install the GUI (+ SMC support)? [y] premere INVIO
Would you like to configure the AntiVir updater now? [y] premere INVIO
Would you like email notification about updates? [n] premere INVIO
Would you like the updater to log to a custom file? [y] premere INVIO
What will be the log file name with absolute path (it must begin with ‘/’) ? [/var/log/avupdater.log] premere INVIO
How often should AntiVir check for updates? [2] premere INVIO
Does this machine use an HTTP proxy server? [n] premere INVIO
Save configuration settings? [y] premere INVIO
Would you like to apply the new configuration? [y] premere INVIO

In modo da avviare l’update dell’antivirus allo startup del sistema andiamo in “Sistema >> Preferenze >> Sessioni”. Clicchiamo su “Nuovo” ed inseriamo:

modificaprogrammaavvioantivir.png

Avremo così il nostro servizio che partirà in automatico all’avvio del sistema.

sessioniantivir.png

Per comodità ho anche aggiunto un menù. Andate su “Sistema >> Preferenze >> Menù Principale”.

menuprincipaleantivir.png

Spostatevi nella sezione “Accessori” e cliccate su “Nuova voce”. Inserite i seguenti valori:

proprietadelliconadiavvioantivir.png

Potrete così aprire l’antivirus dal menù “Applicazioni >> Accessori >> Virus Scanner”. Inizialmente l’applicazione non mi funzionava… provando però a digitare da terminale

/usr/bin/antivir-gui

ho poi capito il perché: l’utente “eric” non faceva parte del gruppo “antivir”. Quindi, per porre rimedio al problema, andate su “Sistema >> Amministrazione >> Utenti e gruppi”.

impostazioniutentiantivir.png

Cliccate ora sul pulsante “Gestione gruppi”. Dalla nuova finestra che si aprirà, selezionate “antivir” e cliccate sul pulsante “Proprietà”.

impostagruppoantivir.png

Spuntate le caselle “root” e “NomeUtente”.

spuntacaselleutentiantivir.png

Ri-effettuate il login (o riavviate il sistema) e tutto funziona alla perfezione

Nessun commento:
Scrivi commenti

Random Posts