toc2 DVD Decrypter per rovesciare un film di DVD al Hard disk eliminando le possibili protezioni del DVD - Software Free & Open Source

Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

lunedì 23 marzo 2009

DVD Decrypter per rovesciare un film di DVD al Hard disk eliminando le possibili protezioni del DVD

dvd_decrypter.jpg 150x150_sottoscrivi.png

DVD Decrypter è un programma col quale potrai rovesciare un film di DVD al Hard disk eliminando le possibili protezioni del DVD.

DVD Decrypter è un'utilità di rippeo-VOB. Il programma s’avvantaggia tanto dell'algoritmo DeCSS Plus come VobDec per cercare e decriptare l' encriptazione CSS.

Con DVD Decrypter potrai copiare le scene con multi angoli ed eliminare la protezione di Macrovision, come anche eliminare la protezione di zona mentre realizzi il rippeo.

Dopo mesi di lamentele e minacce, Macrovision nel 2005 passa alle cattive maniere ed infligge il colpo di grazia al celebre DVD Decrypter, forse il più diffuso software gratuito utilizzato per effettuare copie speculari di film in formato digitale protetto.

Il colosso multinazionale specializzato nelle protezioni digitali antipirateria, come sostengono i gestori del portale AfterDawn, ha acquistato tutti i diritti esclusivi sulla distribuzione telematica di DVD Decrypter grazie ad un'inattesa prova di forza giuridica: le tecnologie utilizzate per blindare e sbloccare audiovisivi digitali, stando alle leggi statunitensi ed europee, non possono cadere in mano a terze parti non autorizzate.

Legittima proprietaria del tool, Macrovision ha immediatamente ordinato il ritiro totale del software, intimando "ritorsioni legali" verso tutti i siti che ne offrono il download. "Tecnicamente", dichiarano gli esperti di AfterDawn, "scaricare DVD Decrypter equivale a scaricare abusivamente una copia di Windows XP". I siti che pubblicheranno link a DVD Decrypter rischiano pertanto una pioggia di denunce da parte di Macrovision.

L'ultima versione freeware sviluppata è la 3.5.4.0

Al momento DVD Decrypter è il ripper più completo - nonostante quello che dicono le vecchie comparazioni - e può fare molte altre cose oltre che rippare. Può fare molto con il vostro drive DVD, per esempio cambiare la regione, creare un'immagine di qualsuasi DVD che poi può essere montata come un DVD virtuale usando programmi come Daemon Tools, e può anche scrivere queste immagini su DVD (ammesso che entrino su un DVD-5).

Prima di cominciare DVD Decrypter necessita che sia installato un layer ASPI. Se ottenete il messaggio di errore "ASPI Initialization failed" quando lanciate DVD Decrypter allora prima di continuare dovete installare un layer ASPI.

DVD Decrypter ha 3 modalità operative principali: File mode, che tratta separatamente ciascun file VOB, in maniera pittosto simile alla versione 1.0. Ifo Mode è stato introdotto nella versione 3.1.0.0 e finalmente ci ha portato l'IFO parsing che gli altri rippers hanno offerto per un lungo periodo. Poi abbiamo l'ISO mode che vi permette di creare e masterizzate immagini. Di seguito illustrerò tutte queste modalità operative.

File mode

Il file mode può essere selezionato premendo F dopo aver lanciato DVD Decrypter.

Come potete vedere questa modalità è abbastanza semplice. DVD Decrypter selezionerà di default il file VOB relativo al video principale e il file IFO corrispondente. Se avete bisognio di altri files dovete semplicemente cliccare su di essi e questi si evidenzieranno di blu.

A questo punto potete iniziare il processo di rippaggio premendo il grosso bottone a forma di DVD. Se volete cambiare il percorso dove verrà posizionato il file di uscita cliccate sul piccolo bottone che ricorda l'icona di Microsoft Explorer nella sezione Destination della GUI (a sinistra di VTS_01_4.VOB in questo screenshot).

Ma potete fare di più: cliccate con il bottone destro su un file VOB e otterrete questo menù:

Decrypt fa partire direttamente il decrypt, Decrypt From permette di inziare a decriptare da un PGC selezionato da voi. Quindi per esempio potete saltare il logo di una casa produttrice all'inizio del film. Ad ogni modo in un caso del genere forse fareste meglio a passare all'IFO mode dato che ci potrebbero essere altre cose [da togliere ndt] nella sequenza principale. Properties mostra alcune proprietà di base del file VOB e Stream Processing permette di selezionare quali streams saranno rippati e di estrarne alcuni direttamente su un file separato.

Questo è il menù che appare quando si clicca su Stream Processing. Deselezionate lo stram che non volete sia compreso nel file di uscita. Se volete salvare la seconda traccia audio (0x81) su un file separato cliccate su 0x81, quindi selezionate Demux to new file invece che Include in VOB.

Con DVD Decrypt si possono anche rimappare gli streams. Facciamo il caso che non vogliate lo stream audio 0x80, quindi dovreste deselezoinarlo, quindi cliccare su 0x81 e selezionare Map to 0x80 in modo che questo diventi il primo stream (alcuni programmi non accettano VOBs che non hanno lo stream audio 0x80). Se lo stream processing vi ha confuso, non lo usate... Non è così necessario e in fondo nell'era degli HD da 100 Gb cosa significano un paio di centinaia di mega in più? ;)

Infine abbiamo il menù Settings (Tools - Settings) che però è ullustrato alla fine del post visto che spesso non è necessario. Ci sono poi un paio di cosette utili che trovano applicazione in tutte le modalità operative, come il logfile.

Passiamo ora all'IFO mode. Ovviamente se usate il File mode la guida per voi finisce qui ;)

IFO mode

Si accede all'IFO mode premendo I una volta lanciato il programma.

Se avete già usato un ripper capace di fare l'IFO parsing questo paragrafo vi risulterà abbastanza semplice.

Per prima cosa abbiamo la lista dei PGC. Se il vostro disco ha più VTS sets ne vedrete più nella lista che nello screenshot, ma di default sarà già selezionato il film principale, quindi non vi dovete preoccupare. Se avete un paio di PGCs molto lunghi nello stesso VTS set probabilmente avete un disco multiangle oppure un video ramificato a sezioni disgiunte. In questo caso selzionate il PGC che corrisponde a quello che vi interessa (per esempio in Independence Day il PGC più lungo contiene il director's cut e il più corto l'edizione teatrale).

Anche la lista dei capitoli è abbastanza semplice da usare. Di default sono selezionati tutti i capitoli, se volete rippare solo alcuni capitoli dovete semplicemente deselezionare quelli che non vi interessano. Per quanto riguarda le cells, non toccate niente se non sapete cosa state facendo.

Join IPSOS

Adesso potete cominciare a rippare premendo il bottone grande a forma di DVD. Ma come fare se volessimo rippare solamente il flusso audio, o estrarre i vari streams in file separati? Ci serve la sezione Stream Processing. Cliccate sulla linguetta Stream Processing:

Per abilitare lo Stream Processing dovete selezionare Enable Stream Processing.

Qui DVD Decrypter elencherà tutti gli streams disponibili nel PGC selezionato. Se non volete che l'uscita contenga un certo stream dovete semplicemente deselezionarlo. Nello screenshot ho deselezionato lo stream 0x80 (primo stream audio) così il mio VOB di output conterrà solamente il secondo stream audio. Di default tutti gli stream sono settati su Direct Stream Copy dunque saranno tutti presenti nel VOB di uscita. Se volete estrarre uno strean su un file separato dovete selezionare Demux:

La configurazione che vi mostro semuxerà la seconda traccia audio, così otterrete un file VOB di uscita che conterrà tutte le traccie audio tranne la seconda, e un file AC3 che conterrà la seconda traccia audio.

Una volta abilitato lo stream processing potrete visualizzare alcune informazionoi addizionali su uno stream spostandoci sopra il puntatore del mouse.

Se avete abilitato lo stream processing, una volta finito il processo di rip troverete un file txt in più nella cartella. Aprendolo troverete qualcosa come questo:

0x20 - SUBTITLE / Delay: -66ms
0x21 - SUBTITLE / Delay: -66ms
0x80 - AC3 - 6ch / 48kHz / DRC / Delay: -67ms
0x81 - AC3 - 6ch / 48kHz / DRC / Delay: -67ms

I valori del ritardo possono essere utili ai fini della sincronizzazione. Per esempio se estraete la seconda traccia audio in un file AC3 come illustrato sopra dovrete settare a -67ms il ritardo nel vostro programma di encoding per ottenere audio e video in sincronia.

Infine abbiamo il menù Settings (Tools - Settings) che però è illustrato in un'altra pagina visto che spesso non è necessario. Ci sono poi un paio di cosette utili che trovano applicazione in tutte le modalità operative, come il logfile.

Adesso passiamo all'ISO mode. Se usate l'IFO mode questa guida per voi finisce qui ;)

ISO mode

Attualmente ci sono 2 ISO mode, una per leggere e una per scrivere. Per prima cosa diamo un'occhiata alla modalità in lettura alla quale si accede premendo R dopo aver lanciato DVD Decrypter.

DVD Decrypter visualizzerà ogni tipo di informazione riguardante il disco all'interno del drive. Molte di queste non sono importanti, ma c'è una cosa che gioca un ruolo fondamentale se avete intenzione di masterizzare l'immagine su un DVD. Se il numero degli strati è uguale a 2 non potete masterizzate l'immagine ISO perché i DVD vergini hanno un solo strato.

Tuttavia per avere semplicemenet un backup completo del DVD sul vostro HD questo non ha importanza.

A questo punto potete cominciare a rippare premendo il grosso bottone a forma di DVD o, se volete cambiare il percorso o il nome del file di uscita, cliccare prima sul piccolo bottone simile all'icona dell'explorer.

Una volta finito potete montare l'ISO come un DVD virtuale usando programmi come Daemon Tools. Ma vediamo come masterizzare l'immagine di un DVD:

Per accedere alla modalità ISO writing premete W.

Prima di tutto cliccate sul piccolo bottone simile all'icona dell'explorer nella parte sinistra dell'interfaccia per selezionare l'immagine da masterizzare. Nella parte destra DVD Decrypter elencerà alcune informazioni sul disco attualmente nel masterizzatore. Se il disco non è vuoto il bottone per masterizzare (ancora una volta quello a forma di DVD) non sarà attivo.

Se il vostro masterizzatore supporta il BURN-Proof selezionate questa opzione, se volete prima fare una simulazione selezionate Test Mode. In questo modo il processo di scrittura sarà solo simulato e nessun dato sarà trasferito sul vostro DVD.

250x250-voce8mega.gif

Infine abbiamo i settaggi. Per masterizzare un DVD i settaggi di default (Data Type: MODE1/2048, Write Mode: DVD and Write Speed: MAX) dovrebbero andare bene, se volete modificare la velocità di scrittura ovviamente pote farlo. I settaggi per Data Type e Write Mode potrebbero essere usati anche per masterizzare normali immagini ISO di CD-ROM, ma questo argomento è al di fuori degli scopi di questa guida.

Una volta che avete completato i settaggi premete il bottone a forma di DVD. Adesso avrete un sacco di tempo a disposizione finché non arriveranno masterizzatori più veloci...

Infine abbiamo il menù Settings (Tools - Settings) che però alla fine del post visto che spesso non è necessario. Ci sono poi un paio di cosette utili che trovano applicazione in tutte le modalità operative, come il logfile.

General stuff

Ci sono alcune operazioni che trovano applicazione in ogni modalità di utilizzo.

Il log: premendo L viene visualizzato il log. Tutto quello che fa DVD Decrypter viene loggato, cosa che vi permetterà di identificare facilmente qualsiasi problema che si potrebbe verificare. Il log è anche uno strumento molto utile quando si segnalano degli errori, quindi non dimenticate di controllare il log prima di riportare un errore e di includere nella vostra segnalazione l'errore riportato nel log ;)

Questo è solo un esempio del file di log che ho ottenuto mentre preparavo un aggiornamento all'articolo sul confronto dei DVD Ripper. Come potete vedere non ci sono errori, sono felice :)

Questo è il menù che vi si presenterà quando cliccate con il tasto destro sul drive sorgente in una qualsiasi modalità di operazione di DVD Decrypter.

Molte di queste opzioni non hanno veramente bisogno di alcuna spiegazione. Erase Disc si può usare ovviamente solo con un masterizzatore DVD e con dischi riscrivibili.

Capability mostra cosa è in grado di fare il drive selezionato ed infine abbiamo il submenù Region che vi permette di visualizzare la regione corrente del drive (se il vostro drive è region free otterrete un errore, ma non c'è niente di cui preoccuparsi) e di cambiarla. Se il vostro drive è region locked fareste meglio a renderlo region free.

Infine abbiamo alcuni strumenti di region patching a cui potete accedere via Tools - IFO:

Region Information permette di selezionare qualsiasi file IFO e visualizzare le sue regioni.

Region patch permette di modificare le informazioni dulla regione di qualsiasi file IFO (ovviamente il file deve essere scrivibile, non potete cambiare la regione di un file IFO su un DVD).

Le opzioni di DVD Decrypter

Opzioni generali

Le opzioni seguenti riguardano tutte le modalità di DVD Decrypter:

Per prima cosa abbiamo le opzioni generali:

Minimize To System Tray nasconderà la finestra di DVD Decrypter minimizzandola nella System Tray durante l'esecuzione di una operazione

Remove Macrovision Protection rimuoverà il flag Macrovision dei VOBs. Questo può risultare utile nel caso stiate rippando un DVD per poi vederlo dall'HD (o crearne e poi masterizzarne un'immagine).

RCE Protection Region deve essere settato sul codice regione del tuo lettore DVD (o di quello da tavolo).

Per default DVD Decrypter sceglierà come path per l'uscita una cosa del genere: NomeDisco/VIDEO_TS. Per esempio, se il vostro disco è intitolato "THE_MATRIX" tutti i files saranno posti nella cartella THE_MATRIX/VIDEO_TS/. L'opzione Default Destination vi permetterà di cambiare questo percorso.

Sotto la voce Other, potete scegliere se essere avvisati nel caso non abbiate abbastanza spazio libero su HD prima di far partire il ripping ed anche nel caso che il codice regione del disco e del drive non coincidano.

Poi ci sono le opzioni per il CSS:

Prima di tutto abbiamo il CSS Cracking Method. Per default, DVD Decrypter tenterà di accedere al drive come fa qualsiasi software per la riproduzione dei DVD (I/O Key Exchange). Se fallisce (normalmente quando il codice regione del drive non coincide con quello del disco DVD), verrà usato il metodo "Brute Force key cracking" [quando ci vuole ci vuole :) ndr]. A meno che abbiate maggiori problemi con il cracking del CSS, suggerisco di lasciare questa opzione come default.

Detect mastering errors effettuerà la ricerca della chiave CSS in ogni cella, rendendo quindi DVD Decrypter in grado di rippare dischi corrotti. Tali dischi non possono essere letti dopo il cambiamento di strato se non attivate questa opzione, ma fortunatamente ce ne sono pochi (James Bond - The man with the golden gun R1, Broken Arrow R2 (1st edition), Teaching Mrs. Tingle R2 (Kinowelt rental edition), The blair witch project (Kinowelt rental edition) sono alcuni esempi... non ce ne sono di più recenti che io sappia).

Force CSS present forza DVD Decrypter ad effettuare la ricerca della chiave CSS anche se risulta che il DVD non è criptato.

Force Decryption Key vi consente di fornire direttamente la chiave CSS a DVD Decrypter piuttosto che fargliela trovare. Ci sono dischi editi in passato che sono stati masterizzati in maniera scorretta. Tali dischi non possono essere riprodotti su alcun lettore, ma possono essere decriptati se viene inserita la chiave corretta (a tale scopo, per trovarla, possono essere usate le più vecchie versioni di DVD Decrypter).

CSS detection search size indica quanti settori verranno analizzati da DVD Decrypter per determinare se il disco è stato decriptato oppure no [le informazioni sui DVD sono criptate attraverso un sistema con una chiave a 40 bit chiamato CSS, ossia Content Scrambling System ndt]. Se siete nel caso delineato sopra (differenza di codice regione tra disco e drive) e il vostro output è ingarbugliato allora dovete aumentare tale valore.

Le opzioni DeCSSPlus indicano quanto deve essere prudente DVD Decrypter prima di dichiarare valida una chiave potenzialmente corretta. Se innalzate il numero delle Key Occurrences la ricerca della chiave sarà più lunga e in alcuni rari casi potrebbe anche fallire, quindi se dovete innalzarlo non esagerate. La stessa cosa vale per il numero sotto Pattern Repeat Length.

468x60_aula.gif

Ora diamo un'occhiata alle opzioni per l'hardware:

Lock Tray During... eviterà che il DVD venga accidentalmente espulso durante i processi indicati (rippaggio, cancellazione o scrittura).

Eject Tray After... espellerà il disco alla fine dei processi indicati.

Se volete potete forzare DVD Decrypter a leggere i dischi ad una velocità prestabilita spuntando la voce Set Read Speed e selezionando la velocità voluta tramite la lista a scorrimento a destra di Read Speed.

Fast Error Skip vi permette di processare più velocemente i dischi graffiati. Se attivate l'opzione verrà attivata la lista a scorrimento Read Error Retry Count. Più alto imposterete quel valore, più volte DVD Decrypter cercherà di leggere i settori danneggiati prima di arrendersi.

Sort By indica come DVD Decrypter ordina la lista dei drives (in caso ne abbiate più di uno).

Poi abbiamo le opzioni per il registro:

Le estensioni alla shell permettono sia di rippare direttamente un DVD, cliccando con il tasto destro sull'icona del drive e selezionando l'opzione appropriata, sia di listare DVD Decrypter come opzione per l'autoplay (questo significa che nel menu che appare quando inserite un DVD nel lettore troverete, oltre alle opzioni classiche come quella del player per la visione del film, anche un'altra opzione che vi permetterà di rippare il disco usando DVD Decrypter).

La sezione File Associations dovrebbe essere semplice da comprendere. Qualsiasi file avente una delle estensioni selezionate sarà aperto da DVD Decrypter quando cliccate due volte sulla sua icona.

Inoltre abbiamo le opzioni di Input/Output:

Nella sezione Interface potete decidere come DVD Decrypter deve accedere al vostro drive DVD. Se avete un sistema operativo basato su NT (Windows NT, Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003) potete usare tranquillamente l'interfaccia di default SPTI, che non richiede alcun driver aggiuntivo. Tutte le altre opzioni richiedono ulteriori drivers che devono essere già stati installati.

Poi potete selezionare la dimensione di un buffer che sarà usato per immagazzinare temporaneamente i dati letti dal DVD prima che siano processati e scritti sull'HD.

Le Options riguardano la correzione degli errori. Potete stabilire quante volte debba essere ritentata un'operazione fallita di lettura/scrittura prima che DVD Decrypter "si arrenda". Spuntando la casella Ignore Read Errors DVD Decrypting salterà i settori che non riesce a leggere.

http://www.187.alice.it/di/187/img/ITA/di3/Creativita/Alice20M/z_180_150_20mega.gif

Alla fine gli Eventi, non meno importanti:

Set Program Mode decide in quale modalità inizierà DVD Decrypter. Potete usare Most Recently Used, così che DVD Decrypter verrà avviato con le stesse impostazioni usate l'ultima volta che è stato usato, oppure settare la modalità di default.

Check For Program Update contatterà l'home page di DVD Decrypter ad ogni avvio del programma e controllerà la presenza di nuovi aggiornamenti. [Durante l'installazione vi verrà chiesto se volete attivare l'opzione. Lascio fare a voi la scelta... potete vedere benissimo qual'è stata la mia. ;) ndt]

Ask 'Do you really want to Cancel?' può essere utile per prevenire cancellazioni accidentali e dover rifare l'intero processo. Inoltre, se cancellate, potete configurare che cosa farà DVD Decrypter con i files rippati parzialmente usando l'opzione Delete Incomplete Files.

Questa è la fine della sezione generale. La parte seguente corrisponde alle 3 modalità operative offerte da DVD Decrypter.

File mode

Nella sezione On Startup potete scegliere quali files DVD Decrypter preselezionerà in modalità file. Per default, tutti i files sono selezionati, ma volendo potrete copiare soltanto i files del film senza i contenuti extra.

Stream Processing indica quanti settori DVD Decrypter dovrà esaminare per i flussi audio/video e i sottotitoli quando attivate lo stream processing (come potete leggere nella guida principale, una volta che attivate questa modalità ottenete una lista dei flussi; per ottenere quella lista DVD Decrypter deve esaminare i VOBs ed è qui che dovete settare quanto dovrà essere profonda la scansione).

File Splitting può essere usato per impostare il numero di files in cui sarà suddiviso il film. L'opzione By File produrrà lo stesso numero di files che c'è sul DVD. None fonde insieme i file VOB ottenendo un solo grosso file di uscita [fate attenzione che se usate la FAT32 - Win9x, WinME, possibile anche con W2K e WinXP anche se NTFS è il default - la dimensione massima di un file è 4 Gb ndt].

Infine abbiamo il Multi Angle Processing per quei film multiangle (come i film Disney Region1 che hanno i credits sia in inglese che in francese); attivatelo per i dischi in cui ne avete bisogno e selezionate l'angle che vi interessa (di solito angle1).

Remove IFO/BUP RC Protection rimuoverà Region Code di base nei files IFO e BUP mentre Remove IFO/BUP RCE Protection dovrebbe rendere più facile crackare la protezione RCE region.
Anche le opzioni Remove PUOs (Prohibited User Operations) possono risultare molto utili perchè permettono di avere accesso alle funzioni che chi ha prodotto il DVD può aver disabilitato. Per esempio, se avete un disco in cui per cambiare la lingua dovete tornare al menù principale, dopo aver rippato il DVD con queste opzioni potrete cambiare la lingua semplicemente premendo il relativo pulsante sul telecomando mentre guardate il film.
Patch M2V Timecode setta a zero il timecode di ogni file M2V demuxato (in caso abbiate abilitato lo stream processing), cosa che può essere utile per il DVD authoring.



468x60 Foto

Questo è tutto per il File mode. Potreste essere interessati anche alle opzioni generali che riguardano tutte le modalità di DVD Decrypter.

IFO mode

Select Main Movie PGC seleziona il PGC più lungo sul disco (che di solito è il film principale).

Enable Stream Processing abiliterà lo stream processing per default.

Sotto Options potete decidere se suddividere i files VOB e a quale grandezza massima. E' una buona idea lasciare questa opzione sul default (1 GB).

Copy IFO file copia il file IFO corrispondente al PGC selezionato e inoltre potete far rimuovere a DVD Decrypter le protezioni su region code (RC), RCE e PUO (Prohibited User Operations - per esempio impedendovi di cambiare la lingua in audio senza voler passare per il menù principale).

Patch M2V Timecode setta a zero il timecode di ogni file M2V demuxato (in caso abbiate abilitato lo stream

fonte: Doom9

Per installare DVD Decrypter su Linux (nel mio caso Ubuntu) bisogna seguire questi passi:

Installare Sistema>Amministrazione>Gestore Pacchetti Synaptic

wine

una volta installato

dovete scaricare Wine Doors

Le cui dipendenze sono

  • Wine
  • cabextract, tar, gzip, bzip, unzip, orange
  • python-gnome2-desktop >= 2.16 (python rsvg support, Debian/Ubuntu package, might differ on other systems)
  • python >= 2.4
  • python2.4-cairo >= 1.2.0
  • libcairo2 >= 1.2.4
  • python-libxml2
  • python-glade2

Ora da Applicazioni>Wine>WineDoors

Selezionate DVD DEscrypter e installatelo.

Se dopo averlo installato e lanciato non dovesse vedere il vostro masterizzatore DVD allora procedete in questo modo:

Applicazioni>Wine>Configure Wine

nella finestra Drives selezionate D: e scrivete nel campo path la stringa /media/cdrom

poi nella scheda Application windows deve essere settato alla versione NT4

Infine

Scaricate questi file dll sul desktop

Aprite il terminale e scrivete

unzip Desktop/dll.zip -d ~/.wine/fake_windows/Windows/System/

3 commenti:
Scrivi commenti
  1. Ma è una pagina tradotta con babelfish?

    RispondiElimina
  2. Mi dici dove diavolo posso scaricare quste stramaledette dll, visto che e' la terza volta che trovo questa guida, linkata tra piu' blog?

    RispondiElimina
  3. Da Mrbass, non me le fa scaricare.

    RispondiElimina

Random Posts