toc2 PageDefrag, per chi non si accontenta di un semplice defrag di Windows - Software Free & Open Source

Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

domenica 22 marzo 2009

PageDefrag, per chi non si accontenta di un semplice defrag di Windows

pagedefrag220.gif

Per chi non si accontenta di un semplice defrag di Windows, è possibile usare questo programma per deframmentare il file di "paging" e il registro.

I sistemi Windows NT/2000/XP hanno infatti la limitazione di deframmentare tutti i files, esclusi quelli di sistema.

Indubbiamente il grande difetto di Windows, tutte le versioni sinora rilasciate di questo sistema operativo spezzettano i file in breve tempo non riuscendo ad utilizzare in modo efficiente il disco rigido come altri S.O. primo fra tutti Linux. Il dover caricare un file, documento o programma che sia, prelevando non un elemento unico ma una miriade di porzioni non contigue rallenta le prestazioni in modo significativo e quando il livello di frammentazione è elevato vengono rallentati gli accessi a tutti i file.

Anche il file di registro che raccoglie tutte le indicazioni sul S.O. installato, sulla configurazione del nostro computer, sui programmi installati, ecc. e il file di scambio cioè la memoria ram che viene simulata con un file sul disco rigido si frammentano e penalizzano fortemente le prestazioni dell'intero sistema.
Il programma sviluppato da Mark Russinovich deframmenta all'avvio il file di registro e quello di scambio

PageDefrag permette (appena prima dell'avvio del S.O.) di deframmentare i files di sistema, aumentando così le prestazione del PC.

Il programma è standalone, e può essere configurato ad eseguire il defrag ad ogni avvio o solo al prossimo Boot, specificando anche i secondi prima che parta il defrag, in modo da annullarlo se non si desidera avviare la deframmentazione.

Aggiornamento: SysInternals è stata acquisita da Microsoft, ma il software è ancora disponibile come freeware.

Nessun commento:
Scrivi commenti

Random Posts