Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

venerdì 22 maggio 2009

Technorati AdEngage sfida Google AdSense: lancia la propria piattaforma pubblicitaria mirata ai bloggers

Più versatile del popolare Google AdSense e mirato sopratutto alla comunità blogger si trova al momento nella fase beta ed è accesibile gratuitamente.

Ecco un'altro concorrente che sfida il colosso Google. Verso la fine dell'anno scorso c'è stato TradeDoubler, l'ottima piattaforma pubblicitaria svedese (con sede e filiale anche in Italia) con il suo AdMatch molto simile all'ormai arcicollaudato AdSense per i contenuti.

Adesso tocca il turmo a Technorati uno dei primi servizi di indicizzazione.
Technorati è un motore di ricerca dedicato al mondo dei blog. Dal dicembre 2005 technorati indicizza più di 20 milioni di blog. Technorati è stato fondato da Dave Sifry e la sede è presso San Francisco, California, USA.

Il termine technorati è una crasi, cioè un termine nato dall'unione di due parole: Technological literati (traducibile in italiano come intellettuali tecnologici).

Di fatto il conosciuto servizio on line contava già con una rete pubblicitaria come Technorati Media, completata poco tempo fa con l'acquisto di AdEngage, un'azienda di pubblicità on line con più di 4.000 siti affiliati.

Mentre che con Google AdSense l'amministratore del sito/blog non deve preoccuparsi di nulla perche a tutto ci pensa il motore di ricerca, formato, testo e tipo degli annunci che verranno inseriti, nel caso di Technorati il compito a carico del blogger è un po' più complesso, ma anche più mirato: è il blogger che decide che tipo di pubblicità inserire nel suo blog, formato, settore, ecc., anzi deve dare l'OK prima che l'annuncio venga inserito. Esiste un controllo maggiore.

Facciamo un esempio: io non posso evvitare che AdSense inserisca nel mio sito il classico banner con le ragazze in chat (secondo me quasi quasi un modo di fare pubblicità alla prostituzione on line e non intendo essere "clericale" occhio). Questo con Technorati non succede. Sono io a decidere che cosa metto. Addiritura a filtrare l'advertiser.

Anche il prezzo degli annunci (nonostante un po' standarizzato tipo 5 dollari alla settimana) può essere personalizzato dall'utente.

Il blogger può decidere anche i requisiti con cui dovrà contare l'advertiser per inserire la pubblicità nel suo blog.

Un tutorial completo in questa pagina.

Nessun commento:
Scrivi commenti

Random Posts