toc2 Gli errori di Windows, terza ed ultima parte - Software Free & Open Source

Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

martedì 16 giugno 2009

Gli errori di Windows, terza ed ultima parte

55) Il file non appartiene alla guida dì Windows o è danneggiato
Messaggio emesso da: WINHLP32.EXE
Tipo: informativo, fastidioso

Tutti i file con l'estensione HLP ricevono un simbolo di file di guida di Windows e di norma vengono aperti con WINHLP32.EXE. Non è possibile determinare se si tratti di un file di guida "autentico", che contiene nell'intestazione come primo carattere un "flag" a forma di punto interrogativo come simbolo di riconoscimento e che quindi può essere aperto dalla funzione di guida di Windows. L'estensione HLP è valida anche per i file di guida del DOS, che non corrispondono al formato della guida Windows. Potete solo provare ad aprire il file con un editor di vostra scelta: solitamente il vecchio HELP.COM di MS-DOS è responsabile dei file di guida DOS


56) Questo programma ha eseguito un'operazione non valida e sarà terminato...
Messaggio emesso da: programmi di sistema e applicativi
Tipo: da grave a fatale

Contro gli arresti occasionali dei programmi non è stato ancora inventato alcun rimedio. Nessun sistema operativo è generalmente immune da errori di eccezione (accesso a indirizzi di memoria riservati), divisioni per zero o errori di stack (overflow dello stack interno). Tuttavia, con Windows potete quasi sempre ricorrere al pulsante di chiusura per eliminare dalla memoria un'applicazione senza provocare il blocco totale del sistema. Nondimeno, dopo tale operazione mettete sempre al sicuro tutti i file aperti, perché la libertà così ottenuta non è sempre affidabile: se pensate di poter continuare imperterriti a lavorare dopo una serie di blocchi di programmi, amate il rischio; poiché all'arresto di un programma fa sovente seguito un blocco irreparabile della Gestione Risorse, è più sicuro riavviare Windows. Se gli errori di questo genere nel vostro computer sono la norma, e se inoltre sono causati da programmi sempre diversi, dovreste dare ogni volta uno sguardo alla finestra Dettagli: se questa indica sempre lo stesso file dì sistema come modulo colpito, potete provare a estrarre nuovamente questo file dai file CAB del CD di installazione di Windows e sostituirlo. È, tuttavia, più verosimile che si tratti di SIMM di memoria difettosi o di impostazioni aggressive del BIOS. In un computer 486, potete definire a titolo di prova nel setup del BIOS da 1 a 2 stati di attesa (Waitstates, WS), in un Pentium potete impostare la temporizzazione della DRAM a un valore più elevato (da 60 a 70 ns). Se la finestra Dettagli riporta regolarmente "Errore di stack nel modulo ", è di aiuto la ben conosciuta voce Stacks di CONFIG.SYS: non lesinate, ma provate a impostare questa configurazione a un valore compreso tra "stacks=32,512" e "stacks=64,512". Gli stack qui definiti vengono usati solo da driver e programmi a 16 bit. Se notate che gli errori di protezione si verificano prevalentemente in fase di swapping sul disco rigido, forse il problema risiede semplicemente in alcune aree difettose del disco: è allora consigliabile eseguire Scandisk in modalità di controllo Approfondito, con analisi della superficie del disco.

57) Disk I/O Error. Replace the disk and press any key
Messaggio emesso da: Settore di boot, Offset 186
Tipo: grave, ingannevole

Questo messaggio viene presentato, tra l'altro, quando cercate erroneamente di avviare il sistema da un dischetto sul quale non sono presenti file di sistema: solo in questo caso ha senso cambiare il supporto dati e premere un tasto. Se, invece, il messaggio appare in fase di avvio di Windows dal disco rigido, non servirà né sostituire l'unità né premere un tasto. Il vero motivo del blocco è un file IO.SYS mancante o difettoso. Eseguite quindi il boot del sistema da un dischetto di ripristino di Windows e, al prompt dei comandi, immettete l'istruzione "sys c:", dove "c:" è la lettera che designa l'unità disco di avvio. Dopo la riuscita trasmissione dei file di sistema, Windows dovrebbe nuovamente partire senza problemi.

58) Memoria convenzionale insufficiente per eseguire Windows. Aumentare la memoria convenzionale a disposizione e riprovare.
Messaggio emesso da: WIN.COM
Tipo: informativo

Questo messaggio è una vera rarità, perché per l'avvio di Windows bastano circa 260 KB di memoria convenzionale libera: al di sotto di questo livello, nulla può funzionare. In questo caso, eliminate qualche dispositivo o qualche altro driver dai file di avvio CONFIG.SYS e AUTOEXEC.BAT per liberare ulteriore memoria. Windows verrà sicuramente avviato, se avrà a disposizione più di 260 KB di memoria. Con una quantità così limitata di memoria convenzionale, non è tuttavia garantito il funzionamento perfetto, pertanto potrebbe succedere che, per esempio, il driver di rete risulti impossibile da caricare perché la memoria è insufficiente.

59) Impossibile trovare un file di periferica necessario per eseguire Windows o un'applicazione di Windows...
Messaggio emesso da: VMM32.VXD
Tipo: grave, talvolta ingannevole

Questo messaggio di errore può apparire all'avvio di Windows. Se Windows rileva qual è il driver di periferica che è all'origine dell'errore, lo segnala. Il messaggio può avere innumerevoli cause, tutte accomunate da un problema con uno dei driver Verificate che nella sezione

HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\VXD

del registro di configurazione sia riportato il driver indicato nel messaggio.

60) ATTENZIONE: Il computer potrebbe essere affetto da un virus...
Messaggio emesso da: SYSDM.CPL
Tipo: grave

Questo messaggio indica quasi sempre che un virus si è insinuato nel vostro pc. Appare quando il settore di boot del disco rigido risulta modificato. È seguito da una seconda finestra di dialogo che puntualizza che Windows verrà quindi avviato senza l'accesso al file a 32 bit, ovvero con il più lento accesso ai file a 16 bit, riconosciuto da MS-DOS. Se non avete installato subito prima dell'ultimo avvio del sistema un qualche programma che accede direttamente al disco rigido, per esempio un programma di gestione del boot, un programma di cifratura o un programma di gestione del disco rigido, dovreste con la massima urgenza individuare l'eventuale infezione del disco rigido mediante un programma antivirus. Il motivo principale di questo messaggio di Windows è la presenza dei virus del settore di boot Parity. Boot, Form e Ripper, molto diffusi.

61) Il file non è collegato correttamente ad un allineamento minore di 0x1000...
Messaggio emesso da: KERNEL32.DLL
Tipo: curioso

Quali programmi di Windows NT girano sotto Windows 95? Per gli utenti che possiedono e usano entrambi i sistemi, la questione è tutt'altro che banale. In molti casi se si cerca di eseguire un programma per Windows NT in Windows 95, l'illusione di poter adattare Windows 95 ricorrendo ad alcuni moduli NT crolla ben presto. KERNEL32.DLL risponde a tali tentativi con messaggi quasi sempre banali, di cui un esempio è l'accenno al collegamento non corretto "ad un allineamento". Ancora più significativo è il messaggio del kernel, che è altrettanto possibile incontrare, "Il programma specificato richiede una versione più aggiornata di Windows" (vedi il messaggio 25).

62) Una periferica collegata al sistema non è in funzione.
Messaggio emesso da: KERNEL32.DLL
Tipo: ingannevole

Questo messaggio può avere varie origini: compare, per esempio, se cercate di accedere a un'unità di rete, ma anche con relativa frequenza a seguito di operazioni di drag and drop con più file. In questo caso, è assolutamente fuorviante. Può comparire, bloccando il sistema, anche quando si cercano di caricare più documenti contemporaneamente con una stessa applicazione mediante drag and drop. Il problema in questo caso è imputabile a un limite inerente la lunghezza dei nomi di file indicati: se tale limite viene superato (a volte bastano pochi file, se il loro nome completo di percorso è molto lungo), appare questo messaggio. L'unica soluzione consiste nel trascinare un solo file alla volta.
63) Una periferica collegata al sistema non è in funzione
Messaggio emesso da: KERNEL32.DLL
Tipo: ingannevole, da fastidioso a grave

Se incontrate questo messaggio di errore, significa che una libreria DLL necessaria a un certo programma è disponibile e si trova anche nella posizione corretta all'interno della struttura delle directory; ma che questa, tuttavia, non contiene le funzioni previste dal programma dal quale è partita la chiamata. Questa è una conseguenza del noto groviglio di DLL che si intrecciano dopo l'installazione dei programmi software più disparati in un computer La causa di questo messaggio è che spesso programmi diversi condividono le stesse DLL che, al momento dell'installazione vengono per lo più sistemate in una stessa directory (Windows\System). Questo comportamento, di per sé logico, presenta uno svantaggio che ne limita l'efficacia: molti programmi richiedono una specifica versione di una certa DLL (più o meno aggiornata), pertanto quando vengono installati vanno a sostituire quella stessa DLL (già presente sul computer e già usata da altre applicazioni) con una sua variante. t'ultima applicazione installata funzionerà così senza problemi, mentre i programmi installati in precedenza in qualche caso, potrebbero non supportare quella specifica variante. Determinare la versione specifica di una libreria richiesta da un programma oppure la routine di installazione che ha sostituito una DLL comune con la propria può essere un'operazione lunga e complicata. Per ovviare a questo inconveniente può essere una buona idea, prima dell'installazione di ogni nuova applicazione eseguire una stampa dell'elenco delle DLL già installate in Windows/System (completo di tutti i dettagli relativi alle dimensioni dei file e alla loro data di creazione), da confrontare con quella dello stesso elenco ad installazione avvenuta. In caso di inconvenienti sarà più facile risalire al nome della DLL che potrebbe essere alla base del problema. Alcuni programmi al momento dell'installazione hanno la buona abitudine di chiedere all'utente il permesso di sovrascrivere. determinate DLL con altre più aggiornate o diverse. Annotare l'elenco delle DLL aggiornate potrà tornarvi utile in caso di guai.

64) Errore durante il caricamento di Explorer.exe. Reinstallare Windows.
Messaggio emesso da : KERNEL32.DLL
Tipo: grave

Questa finestra di dialogo che impone la scelta del pulsante OK viene prevalentemente visualizzata dopo un qualche messaggio che segnala la mancanza di una certa DLL. Le DLL mancanti o difettose possono avere un effetto profondo subito dopo l'avvio di Windows. Per esempio, una SHELL32.DLL danneggiata impedisce il caricamento dì Gestione Risorse (ovvero del file Explorer.exe). Solo in casi eccezionali è tuttavia necessario reinstallare completamente Windows: di norma, basta sostituire il file mancante o difettoso con una versione integra, da copiare nella directory appropriata. È possibile anche che lo stesso file Explorer.exe sia danneggiato. Se il problema non si risolve in questo modo, la re installazione di Windows è probabilmente il modo più rapido per ovviare all'errore. finché non sapete con precisione quale programma non trova la libreria (e Windows non si pronuncia a tale proposito), è difficile estirpare il male alla radice: il motivo dell'errore non necessariamente risiede in un programma; il problema può anche essere imputabile a un driver (VXD), richiamato da SYSTEM.INI o dal database del registro di configurazione. Prima di decidere di reinstallare Windows, vale la pena di dare uno sguardo alle aree "strategiche" del sistema. Disattivate transitoriamente i programmi contenuti nel gruppo Esecuzione automatica. Eliminate dal file WIN.INI le eventuali voci nelle righe " load= " e " run= " della sezione [Windows]. Cancellate Winstart.bat, se tale file esiste all'interno del percorso (Path). Disattivate infine temporaneamente il driver di dispositivo 'incriminato" nella sezione [386Enh] del SYSTEM.INI mediante l'inserimento di un punto e virgola (;) all'inizio della riga. Anche se riuscite a identificare ed eliminare con successo il potenziale responsabile del problema, non potrete evitare di riavviare ripetutamente il computer.


65) Errore del file del Pannello di Controllo.
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: grave

All'avvio del Pannello di controllo, vengono caricati tutti i file CPL disponibili nella directory System di Windows. Se all'esecuzione del Pannello di Controllo appare il messaggio di errore in questione, la colpa potrebbe ricadere su un file CPL difettoso. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, manca semplicemente un file necessario per il file CPL, quale una DLL. o un driver VXD. Se non avete idea di dove questo potrebbe trovarsi, cancellate semplicemente il file CPL indicato nel messaggio e quindi installate nuovamente il componente del sistema o il file al quale il file CPL apparteneva. Attenzione: al suddetto messaggio segue di solito un blocco più o meno grave di Gestione Risorse.

66) Impossibile accedere alla cartella . E su un volume non disponibile o protetta da password.
Messaggio emesso da: EXPLORER.EXE
Tipo: innocuo

Finché non lavorate in rete questo messaggio di errore è nella maggior parte dei casi corretto: avete cercato di accedere a una cartella che non esiste più nell'unita specificata. In Risorse di Rete, invece, il messaggio di errore appare anche se cercate di accedere a un'unità non più connessa o non più disponibile.

67) Una delle finestre della shell è stata chiusa a causa di un errore interno...
Messaggio emesso da: EXPLORER.EXE
Tipo: grave

Questo messaggio deve essere preso seriamente: salvare al più presto i file ancora aperti e riavviate il sistema. E difficile determinare quale errore si nasconda dietro questo messaggio: può trattarsi del bug di un programma assolutamente innocuo, ma può anche preludere a un imminente blocco di Windows. Seguite quindi il consiglio giusto: riavviate il computer

68) Impossibile scrivere sul file di spooling della stampante...
Messaggio emesso da: GDI.EXE
Tipo: grave

Questo messaggio di errore (che blocca qualsiasi altra operazione) avvisa che il disco rigido è tanto pieno che Windows non trova più spazio sufficiente per creare il file di spooling temporaneo per il processo di stampa. In alcuni casi un blocco di sistema accompagna il fallimento dell'operazione di stampa. Cancellate dunque tutti i file che non vi occorrono, oppure impostate la directory dei file temporanei (SET TEMP= ...) su un'unità in cui sia ancora disponibile spazio sufficiente. Se Windows non si blocca dopo la visualizzazione del messaggio di GDI.EXE, di norma viene presentato un messaggio di errore relativamente impreciso dell'applicazione con la quale è stata avviata l'operazione di stampa. Il problema sorge ormai molto raramente, grazie alla gestione della memoria sostanzialmente migliorata di Windows, e solitamente è indice di un disco rigido veramente stracolmo.

69) Segnale di linea assente. Verificare che il modem sia connesso alla linea...
Messaggio emesso da: RASAPI32.DLL
Tipo: informativo

Se il modem dipende da un centralino privato, l'opzione Attendi il segnale prima di comporre il numero (nella scheda Connessione della finestra di dialogo Proprietà; Modem, richiamata scegliendo l'icona Modem dal Pannello di Controllo) deve essere assolutamente disattivata. Windows invierà così prima della composizione del numero l'istruzione ATX3 al modem, consentendogli di selezionare il numero anche se non riceve il segnale di linea libera. Se il modem è collegato direttamente alla presa telefonica, il messaggio significa che il servizio di telecomunicazioni ha disattivato la linea o che il modem non è connesso correttamente alla linea: in questo caso, controllate il cablaggio.

70) Linea occupata. Riprovare.
Messaggio emesso da: RASAPI32 DLL
Tipo: informativo

È uno dei pochi messaggi veramente chiari: se Windows riceve dal modem il messaggio "Busy" (ovvero occupato), presenta questa finestra di dialogo. Riprovate più tardi. Se lavorate in un ufficio che richiede la composizione del prefisso "O" prima del numero per l'accesso alla rete locale, verificate di non aver scordato questo zero.

71) Impossibile avviare il programma in una finestra...
Messaggio emesso da: WINOA386.MOD
Tipo: limitativo

A seconda della scheda grafica e del relativo driver, determinati programmi, soprattutto i giochi, che esigono la modalità grafica ad alta risoluzione, non possono essere eseguiti in una finestra. Se la scheda grafica non supporta questo tipo di visualizzazione, viene presentata l'inequivocabile richiesta dell'emulatore DOS (WINOA386.MOD) di passare alla visualizzazione a schermo intero con la combinazione di tasti Alt-Invio. In generale, questo è consigliabile per tutte le applicazioni DOS in modalità grafica, anche se la scheda grafica prevede la visualizzazione in finestra.

72) Wrong DOS-Version (versione di DOS errata)
Messaggio emesso da: varie Utility MS-DOS
Tipo: da innocuo a grave

Se ricevete questo messaggio nella finestra di DOS, l'incidente non è tragico: evidentemente nell'elaboratore si trovano file eseguibili appartenenti a una versione più datata di DOS; questi non possono essere eseguiti in DOS 7 (Win 95): per usare tali programmi, occorre pertanto avviare il sistema nella vecchia versione di DOS oppure scomodare SETVER.EXE. Il messaggio deve invece impensierire qualora non risulti possibile eseguire utility disponibile in DOS 7, quale Format. In questo caso, la directory contenente i vecchi programmi si trova nell'istruzione Path prima delle cartelle \Windows e \Windows\Command: cambiate allora questa sequenza nel file AUTOEXEC.BAT, oppure cancellate completamente dal percorso la directory che reca disturbo.

73) Errore in scrittura dell'utilità del vecchio disco...
Messaggio emesso da: IFSMGR.VXD
Tipo: limitativo

Il file system a 32 bit controlla l'accesso al disco rigido, impedendo l'accesso diretto al disco tramite l'interrupt software 26: i programmi che richiedono questo accesso vengono quindi bloccati con questo messaggio. Tenete presente che l'accesso per scrittura non sarà ottenibile né rispondendo "Sì" né rispondendo "No": con 'No" chiudete solo il programma, mentre con "Sì" potrete procedere, ma senza la possibilità di scrivere sul disco. Se desiderate apportare modifiche sul disco rigido con un editor del disco, dovete avviare il sistema in modalità DOS pura

74) Manca il file APPS. INF. Copiare il file...
Messaggio emesso da: PIFMGR.DLL
Tipo: ingannevole

Secondo i messaggi che fanno riferimento a file di sistema mancanti o difettosi (in questo caso APPS.INF), qualche applicazione ha già cercato il file in questione sul CD di installazione. Il suggerimento "Copiare..." è errato, in quanto presuppone che questo file sia disponibile sul CD con il nome specificato: in realtà, i file di Windows si nascondono in prevalenza all'interno di file CAB compressi e devono quindi essere estratti con Extract.exe al prompt del DOS. Nel nostro esempio con APPS.INF, il metodo più semplice per compiere questa operazione è il comando (da digitare di seguito su una sola riga):
extract /a d:\win95\win95_02.cab apps.inf
l'interruttore /a determina che Extract cerchi il file indicato tra tutti i file CAB (WJN9S_02.CAB è il primo file CAB): non è pertanto necessario sapere in quale file CAB si trova il file cercato. Per trasferire APPS.INF nella cartella appropriata, in questo esempio dovete accedere alla directory \Windows\Inf prima di immettere l'istruzione Extract. In questo caso, D: è la lettera corrispondente all’unità CD.

75) Ulteriore memoria convenzionale necessaria per il programma...
Messaggio emesso da: WINOA386.MOD
Tipo: informativo

Per quanto ricco di memoria possa essere il vostro pc, può succedere che richiamando programmi DOS venga segnalata una penuria di memoria. Il problema deriva dal fatto che la memoria convenzionale fino a 640 KB viene in gran parte occupata dai driver o dal caricamento della shell del DOS prima ancora dell'avvio di Windows. Poiché Windows mette a disposizione dei programmi DOS una copia di quest'area di memoria, la finestra DOS può offrire sempre solo una quantità di memoria libera pari a quella che era rimasta disponibile prima dell'avvio di Windows. In queste circostanze, l'unico ausilio può essere fornito dall'ottimizzazione dei file di avvio con Memmaker (che, nel CD di Windows, si trova sotto \Other\Oldmsdos) oppure dal caricamento nella memoria alta mediante EMM386.EXE e le istruzioni Lh e Devicehigh. Raramente, le impostazioni della memoria nelle proprietà dei PIF sono errate: basta allora impostare il valore Memoria convenzionale su Automatica o aumentare nettamente tale valore, nella scheda Memoria della finestra di dialogo Proprietà.

76) Memoria insufficiente per eseguire l'applicazione o per completare l'operazione...
Messaggio emesso da: WlNOA386.MOD
Tipo: curioso, ingannevole

Questo messaggio è un esempio della scarsa competenza di Windows. Questo messaggio appare sia in caso di carenza di memoria, sia qualora il driver della scheda grafica abbia difficoltà a caricare i programmi DOS in una finestra. Nel nostro caso, tuttavia, non si è cercato di eseguire un'applicazione, né era aperta alcuna applicazione: il solo tentativo di eseguire a schermo intero una finestra DOS, in cui è selezionato un testo, ha dato origine al messaggio di errore. L'operazione in questione è in effetti tra quelle non consentite da Windows, ma il messaggio si è presentato inaspettatamente al posto di quello (più frequente e opportuno) che segnala all'utente che non è possibile passare da una modalità di visualizzazione all'altra quando c'è del testo selezionato.

77) Impossibile installare il tipo di carattere
Messaggio emesso da: FONTEXT.DLL
Tipo: ingannevole

Questo messaggio viene visualizzato quando cercate di installare un nuovo carattere True Type. In teoria, è possibile che il File di font indicato sia veramente danneggiato: in questo caso deve essere sostituito. lì messaggio appare tuttavia anche quando con l'installazione del nuovo font viene superato il numero massimo consentito di font True Type, che dipende dalla lunghezza del nome di file dei font installati e si aggira intorno a 1.000 Font: in questo caso, non serve sostituire il file; per poter installare un nuovo font, dovrete prima cancellarne un altro. Se la cartella Fonts non si trova nella directory standard di Windows, può bastare anche spostarla, in tal modo viene ridotta la lunghezza del percorso specificato e di conseguenza aumenta il numero dei caratteri che Windows riesce a supportare.

78) Disco pieno.
Messaggio emesso da: applicazioni Varie
Tipo: innocuo

Con questo messaggio, l’applicazione vi avvisa che ha trovato troppo poco spazio sul disco rigido del vostro pc. Il file richiesto dall'utente verrà comunque aperto, ciò non di meno l'avvertimento non deve essere ignorato perché se in seguito si cercherà di salvare il documento, il programma tornerà inesorabilmente a segnalare la situazione di emergenza a proposito dello spazio sul disco rigido, cosicché i frutti del lavoro svolto andranno persi.

79) Impossibile aprire il file . Verificare che un disco si trovi nell'unità specificata.
Messaggio emesso da: NOTEPAD.EXE
Tipo: ingannevole, limitativo

Alcune piccole applicazioni Windows caricano solo di norma un singolo file: se cercate di trascinare più file da una Finestra di Gestione risorse a questi programmi, otterrete messaggi di errore. Uno dei meno significativi è quello del Blocco Note, che fa riferimento a un dischetto mancante. Più file selezionati possono senz'altro essere caricati con il Blocco note o con programmi limitati analoghi, purché tali file siano registrati per il programma. Se per esempio il Blocco Note è responsabile dei file INI, selezionate un numero qualsiasi di file di questo tipo e scegliere dal menu contestuale il comando Apri: una copia distinta del Blocco Note verrà così aperta per ciascun file.

80) Impossibile accedere alla cartella
Messaggio emesso da: applicazioni OFFICE
Tipo: curioso, ingannevole

Nelle finestre di dialogo Apri e Salva con nome dei prodotti Microsoft Office 95, comparabili con Windows 95, si è insinuato uno strano errore: supponiamo che il vostro computer sia indicato nella rete Microsoft come "Maria" e che voi cerchiate di accedere a tale PC specifico non direttamente, bensì tramite Risorse di Rete; l'accesso vi vetta negato! Che si tratti di una schizofrenia delle finestre di dialogo Office è dimostrato dal fatto che con Gestione Risorse possono essere eseguite operazioni sui File di qualsiasi tipo anche in questo modo inconsueto.

81) FatalExit code=0x0200
Messaggio emesso da: KRNL386.EXE
Tipo: prevalentemente innocuo

Alla chiusura di Windows può capitare che, al posto del consueto messaggio "È ora possibile spegnere il computer", il sistema presenti una serie di segnali acustici dell'altoparlante del PC e una riga lapidaria con un codice di errore criptico: Microsoft non ha finora pubblicizzato questi codici di uscita e noi non siamo stati in grado di distinguere alcuna regola che spieghi lo sporadico insorgere di tali messaggi di errore di chiusura. Poiché la nostra esperienza ha rivelato che, al successivo avvio, Windows funziona nuovamente senza problemi, consoliamoci con la constatazione che i problemi finali disturbano meno di quelli iniziali.

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:
Scrivi commenti

Random Posts