Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

martedì 16 giugno 2009

Gli errori di Windows, prima parte

01) Il seguente file è danneggiato o mancante: COMMAND.COM...
Messaggio emesso da: IO.SYS
Tipo: grave

Questo messaggio si presenta all'avvio quando Windows 95 non trova più l'interprete dei comandi COMMAD.COM. Per esempio, questo messaggio viene presentato se il pc è stato avviato in modalità MS-DOS e al riavvio di Windows o alla chiusura del sistema viene riscontrato qualche errore. All'avvio della modalità MS-DOS, il file COMMAND.COM viene infatti rinominato COMMAND.W40, mentre al riavvio di Windows COMMAND.COM viene rinominato COMMAND.DOS:questo può dare luogo a un guasto. In definitiva, quando nessun file sa più qual è il suo nome o qual è la sua identità, il sistema emette il messaggio di errore appena descritto.Un altro motivo, sebbene meno frequente, di questo messaggio può essere la presenza di un file effettivamente danneggiato: se per esempio un virus ne ha alterato le dimensioni, il file COMMAND.COM non potrà essere caricato.Per recuperare il file mancante o danneggiato, avviate il PC con un dischetto di ripristino di Windows 95, che si spera abbiate provveduto a creare per tempo. Al prompt dei comandi di MS-DOS, immettete l'istruzione "sys a: c:". SYS.COM copierà così i file di sistema IO.SYS, MSDOS.SYS, DRVSPACE.BIN e COMMAND.COM dal disco rigido. Nella maggior parte dei casi, è tuttavia sufficiente copiare solo il file COMMAND.COM dal dischetto di ripristino all'unità di avvio.Per creare un disco di ripristino usate l'apposita opzione disponibile nella finestra di dialogo Installazione Applicazioni nel Pannello di Controllo di Windows 95.

02) Attenzione: Errore di configurazione o nel registro...
Messaggio emesso da: IO.SYS
Tipo: fastidioso a fatale

Questo messaggio ambiguo e il conseguente suggerimento di avviare Windows in modalità "provvisoria" descrivono in modo solo approssimativo il vero motivo del problema.Se infatti si tratti di un errore del registro o di configurazione risulta evidente solo quando cercate di avviare il sistema in modalità provvisoria; ma, paradossalmente, proprio questo non è affatto possibile nel caso presente.L’opzione di avvio consigliata elimina l'errore, ma lo sostituisce con altri messaggi di errore.Windows sostiene di non essere in grado di trovare alcuni file e alla fine vi troverete al prompt del DOS.La perplessità è così completa, perché i file elencati non sono né difettosi né mancanti. La ragione di questo malinteso è di norma molto banale: poiché i percorsi indicati nella sezione [Paths] del file MSDOS.SYS non sono corretti, Windows non riesce più a trovare se stesso e quindi i file specificati, pertanto non riesce neanche a eseguirli o caricarli. Modificate il file MSDOS.SYS, controllando i percorsi:se questi sono corretti, Windows dovrebbe nuovamente funzionare senza problemi.

03) Impossibile trovare file della precedente versione di MS-DOS. Avvio MS-DOS fallito
Messaggio emesso da: IO.SYS
Tipo: informativo, fastidioso

Decidete di intraprendere un viaggio nel vecchio mondo d DOS, scegliendo l'opzione 8. Versione precedente di MS-DOS del Menu di Avvio di Microsoft Windows 95. Windows cercherà di esaudire il vostro desiderio nostalgico, ma ben presto vi comunicherà l'impossibilità di trovare i vecchi file. Imperterrito, proseguirà quindi con la propria procedura di avvio e vi ritroverete così nel gradevole, variopinto mondo di Windows.I motivi di questo comportamento possono essere due: nel pc non esiste più alcuna vecchia versione di DOS, perché questa non è mai stata disponibile o perché è stata successivamente cancellata; in alternativa, è possibile che manchino veramente uno o più file necessari per l'avvio della vecchia versione di DOS.l'opzione di avvio della vecchia versione di DOS viene sempre offerta dal menu di avvio se la sezione [Options] del file MSDOS.SYS di Windows contiene la riga "BootMulti=1", indipendentemente dall'effettiva esistenza o meno di tale versione.Se nel sistema è disponibile una versione precedente del DOS, per avviarla Windows 95 necessita dei file IO.DOS, MSDOS.DOS, CONFIG.DOS e AUTOEXEC.DOS, che devono trovarsi tutti nella directory principale dell'unità di avvio. Questi vecchi file di sistema di MS-DOS verranno rinominati all'avvio della versione precedente del sistema operativo. Da questo momento, nulla ostacolerà più il vostro viaggio nel passato.

04) Impossibile trovare un file di periferica necessario per eseguire Windows o un'applicazione di Windows...
Messaggio emesso da : VMM32.VXD
Tipo: fastidioso

A parte il fatto che l'avvio risulta più lento, questo messaggio è relativamente innocuo. Premendo un qualsiasi tasto, Windows proseguirà normalmente, senza ulteriori rimostranze. Responsabili di questo messaggio sono prevalentemente i device driver (" file di periferica") non più necessari, reperibili nella sezione [386ENH] del file SYSTEM.INI. Dopo aver avviato Windows, questo file può essere aperto con un editor di testi e la relativa voce può essere rimossa dalla sezione [386ENH]. Di qualsiasi voce di SYSTEM.INI si tratti, è possibile di volta in volta eliminare la penultima riga del messaggio di errore. Al successivo avvio di Windows 95, questo messaggio non dovrebbe più apparire. In casi più rari, il database del registro di configurazione contiene voci che non consentono a Windows di avviare nulla: aprite allora l'editor del registro di configurazione (REGEDIT.EXE) e cercate la voce rifiutata, quindi cancellate quest'ultima o il codice corrispondente e riavviate Windows. Attenzione però: prima di sperimentare la cancellazione o la modifica di qualsiasi voce, create una copia di backup dell'intero database o del codice corrispondente, scegliendo il comando Esporta File del Registro di Configurazione dal menu Registro di Configurazione.

05) Una periferica è stata specificata più di una volta nel file SYSTEM.INI...
Messaggio emesso da:VMM32.VXD
Tipo: informativo

Analogamente a quanto osservato nel caso precedente, anche qui è stata rilevata una voce errata nel file SYSTEM.INI. Verificate se il device driver indicato come doppio appare veramente due volte nel file ed eventualmente cancellate la ripetizione.

06) Impossibile trovare il file SYSTEM.INI. Rieseguire l'installazione di Windows...
Messaggio emesso da: VMM32.VXD
Tipo: informativo, grave

Per una volta, un messaggio descrive esattamente la situazione. Il file SYSTEM.INI non è disponibile o non si trova nella directory di Windows. Se non possedete una copia di backup del file, dovrete creare un nuovo file SYSTEM.INI. Prima di procedere, cercate tuttavia un potenziale candidato alternativo nel disco rigido: molti programmi di installazione che effettuano modifiche nel file SYSTEM.INI generano una copia di riserva di quest’ultimo. Tali copie si trovano di norma nella directory di Windows e hanno solo una diversa estensione. Le estensioni utilizzate più frequentemente sono BAK, OLD, 000, ecc. Questi file con tutta probabilità non contengono le impostazioni più aggiornate, ma sono sempre meglio di niente. Se tali file non sono disponibili e se non possedete alcuna copia di backup, è necessaria una nuova installazione di Windows, nel corso della quale v’erra generato un file SYSTEM.INI funzionante senza problemi. Premendo un qualsiasi tasto, ravvio del sistema operativo non prosegue, ma viene semplicemente visualizzato il logo di chiusura del sistema. Il computer deve essere riavviato: quando apparirà il messaggio 'Avvio di Windows 95 in corso... , premete il tasto F8 per accedere al Menu di avvio di Microsoft Windows 95; scegliete quindi Prompt dei comandi con supporto di rete e cercate nella directory di Windows i possibili candidati sostitutivi del file mancante. Un evento speciale è correlato alla mancanza di un file SYSTEM.INI: se, eliminando o rinominando i file LOGOW.SYS e LOGOS.SYS, avete fatto in modo che alla chiusura di Windows vengano visualizzate solo le due righe anziché il logo, al successivo avvio non verrà presentato alcun messaggio che indica la mancanza del file SYSTEM.INI. Windows verrà eseguito apparentemente senza problemi, ma dopo un certo intervallo di tempo subirà un brusco arresto. Stranamente l'avviso che rivela l'irreperibilità del file SYSTEM.INI non apparirà più.

07) Errore durante l’accesso al registro di configurazione del sistema ….
Messaggio emesso da: SYSDM.CPL
Tipo: da grave a fatale

Il registro di configurazione si trova in questo caso veramente in cattive acque o addirittura non esiste più. All'avvio di Windows 95, di norma viene creata una copia di backup delle due parti principali del registro di configurazione, SYSTEM.DAT e USER.DAT. Se le copie SYSTEM.DA0 e USER.DA0 sono in buono stato Windows 95 riesce a ricostruire fedelmente il registro di configurazione. Se scegliete il pulsante "Recupera lo stato da backup e riavvia il sistema", i file di riserva con l'estensione DA0 verranno copiati rispettivamente in SYSTEM.DAT e in USER.DAT e il computer verrà riavviato. Tutte le modifiche che sono state apportate nel corso dell’ultima sessione di lavoro andranno perse. Se siete stati in grado di ripristinare il registro di configurazione in questo modo, non dovreste rimpiangere troppo a lungo le eventuali impostazioni che sono andate perdute: poteva andare molto peggio, come si vede dall'errore seguente.

08) Impossibile ripristinare il registro di configurazione. Errore su disco o..
Messaggio emesso da: SYSDM.CPL
Tipo: fatale

Questo messaggio di Windows 95 significa che non sono disponibili copie di backup utilizzabili dei file SYSTEM.DAT/USER.DAT (ovvero del registro di configurazione), quindi che anche i file SYSTEM.DA0/USER.DA0 sono in uno stato indefinibile. A questo punto, la questione decisiva è se voi abbiate provveduto a creare copie di backup del registro di configurazione; se non appartenete a quella categoria di fortunati che, a intervalli più o meno regolari, mettono al sicuro il database del registro di configurazione, non avete scampo: non vi rimane altro che installare nuovamente il sistema operativo. Se, tuttavia, siete stati abbastanza prudenti da conservare almeno una copia integra del registro di configurazione, sarete in grado (a seconda dell'età delle copie di backup e del metodo di sicurezza adottato) di ripristinare lo stato originario del sistema senza dover reinstallare Windows 95. (Ovviamente dovrete riavviare il sistema usando il solito disco di ripristino e quindi copiare i file USER. DAT e SYSTEM.DAT nella directory di Windows). Non ha importanza sostanziale se la copia di backup è stata registrata come file DAT da trasferire nella directory di Windows o come file REG da leggere con Regedit. Come mostra il prossimo messaggio di errore di Windows, la copia dei file DAT è tuttavia molto più semplice e sicura.

09) Impossibile importare il registro di configurazione ...
Messaggio emesso da: REGEDIT.EXE
Tipo: grave

Se Windows non può più essere avviato a causa degli errori del registro di configurazione e se non esiste una copia di backup dei file .DAT la versione DOS di REGEDIT.EXE può dare la salvezza. Naturalmente, la premessa è che esista un file di backup completo di tipo .REG, che potrebbe quindi essere letto con "REGEDIT /c copia.reg". Tuttavia, in pratica, Regedit usato in DOS, con la relativa memoria convenzionale esigua, si rivelerà spesso inadeguato. La lettura dei file .REG (di dimensioni consistenti) naufraga sovente in un messaggio di memoria insufficiente o, peggio ancora, arriva solo a una percentuale limitata del file o, ancora, termina con un blocco del sistema. È quindi meglio, in caso di errori del registro di configurazione, avviare Windows 95 in modalità provvisoria e leggere così il file di backup (usando il comando Importa File del Registro di Configurazione). Tuttavia, poiché Regedit in Windows non possiede la funzione "Crea' come in DOS (interruttore/c), anche questo metodo ha uno svantaggio: le voci errate verranno corrette solo se il file di backup possiede voci corrispondenti esatte; il codice difettoso che non ha l'equivalente nella copia di backup rimarrà immutato. Se perciò non riuscite a creare un "registro" funzionante con Regedit in modalità provvisoria, potete provare la seguente operazione: create una copia di backup di SYSTEM.DAT e USER.DAT quindi generate un nuovo registro di configurazione in DOS puro con regedit /C anche se questo vi riuscirà solo in parte e Regedit presenterà un qualche messaggio di errore; ignorate questo avviso, avviate Windows in modalità provvisoria e leggete ancora una volta i file di backup.

10) La destinazione non supporta i nomi di file lunghi...
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo : fastidioso

Esistono due varianti di questo messaggio, di cui vi presentiamo la più seria, determinata dal tentativo di copiare file dal disco locale a un'unità di rete che non supporta i nomi di file lunghi. Il messaggio appare proprio in fase di trasferimento di dati su un pc con Windows 3.11. Il problema è banale, ma può diventare irritante se scegliete la modalità di copia automatica: Windows abbrevia infatti secondo la propria logica tutti i file da copiare, conformandoli alla convenzione 8+3. Se i file di destinazione vengono numerati, la loro successiva identificazione sarà notevolmente problematica. È in ogni caso preferibile assegnare a ciascun singolo file un nome breve che corrisponda alla numerazione originaria.

11) Impossibile accedere a . Periferica non pronta.
Messaggio emesso da: KERNEL32.DLL
Tipo: da informativo a ingannevole

L'accesso negato può essere dovuto a diverse cause. Se nel lettore dei CDROM non è stato inserito alcun CD o nel drive dei floppy non è stato inserito alcun dischetto, il sistema logicamente avvisa l'utente che la periferica non è pronta. Il messaggio può tuttavia apparire anche se cercate di accedere a Risorse di rete: "Periferica non pronta" può significare che l'elaboratore indicato è stato spento o che la cartella che si desidera aprire è stata eliminata.


12) File DLL PERCORSO\NOME FILE.DLL non trovato.
Messaggio emesso da: KERNEL32.DLL
Tipo: grave

All'avvio di un programma applicativo, l'utente viene messo lapidariamente al corrente dell'impossibilità di trovare una libreria di programmi (DLL) necessaria al suo funzionamento. Le Dynamic Link Library (librerie di programmi) vengono chiamate da molte applicazioni per l'esecuzione delle più svariate funzioni del programma. Se uno di questi file manca o non viene trovato dall'applicazione, è naturale che il software non possa funzionare. La causa dell'inconveniente può essere un programma shareware che è stato installato senza le DLL occorrenti oppure un programma di disinstallazione eccessivamente zelante che ha cancellato per sbaglio queste DLL. Il problema principale consiste nel fatto che Windows comunica la mancanza di un file DLL, ma non indica dove questo dovrebbe trovarsi. Anche se, dopo aver eseguito la ricerca nell'intero disco rigido, constatate che effettivamente il file necessario non c'è da nessuna parte e riuscite a procurarvi altrove la DLL, vi manca ancora l'indicazione di dove inserirla. Per rispondere a questo interrogativo, dovete sapere se si tratta di una cosiddetta DLL condivisa (Shared DLL), ovvero di una libreria utilizzata da più programmi. Queste librerie si trovano di solito nella directory System o, più raramente, nella directory di Windows. Per il resto, la maggior parte delle applicazioni cercano i propri file DLL nella directory in cui sono stati installati gli altri file eseguibili. Potete anche provare ad ampliare il percorso DOS, in modo tale da indicare a Windows la strada per raggiungere le DLL. In questi casi, è tuttavia utile reinstallare il programma applicativo, cosicché i file DLL necessari vengano copiati automaticamente nel punto appropriato.

13) I seguenti file di sistema sono stati sostituti con delle versioni meno recenti.
Messaggio emesso da: MSGSRV32.EXE
Tipo: da fastidioso a grave

Anche questo messaggio dovuto a una certa confusione nella gestione delle DLL è piuttosto frequente: dopo l'installazione di un programma non più nuovissimo, Windows 95 rileva che una DLL di sistema datata potrebbe intralciare la libertà di funzionamento. Evidentemente il vecchio programma appena installato ha copiato la propria versione della DLL e quindi ha sovrascritto quella attuale. Potete solo provare a riavviare Windows e sperare nella promessa correzione automatica. Se questo metodo non funziona, estraete manualmente la DLL incriminata dal CD di installazione di Windows, mediante la seguente riga di comando (da digitare tutta di seguito):

c:\>extrac /a d:\win95\win95_02.cab NOMEFILE .dll

Tenete presente che le DLL di sistema caricate nella versione di Windows in esecuzione non si lasciano sovrascrivere. Non potete pertanto trasferirle direttamente nella directory di destinazione (solitamente \Windows\System), ma dovete inizialmente posizionarle in qualche altro punto (nel nostro esempio ci troviamo nella directory root C:\). Dovrete quindi avviare il sistema con il comando Prompt dei comandi con supporto di rete, copiare la DLL nella directory appropriata e infine avviare Windows. Il funzionamento o meno del vecchio programma con questa versione attuale della DLL dipenderà comunque dalla buona sorte.

14) Risorse di memoria insufficienti per poter avviare l'applicazione
Messaggio emesso da: USER.EXE, KERNEL32.DLL
Tipo: informativo e grave

Se l'elaboratore è dorato di abbondante RAM e se avere riservato spazio sufficiente per il file di swap sul disco rigido, difficilmente incontrerete questo messaggio di errore. e invece avete definito voi la gestione della memoria virtuale e avete così ridotto eccessivamente le dimensioni massime del file di scambio, noterete che alcune applicazioni diventano molto lente e "ribelli", o addirittura non funzionano, subito prima che sia raggiunta la grandezza massima del file. Quando questo limite viene raggiunto, Windows comunica che la memoria è esaurita. A questo punto non vi rimane altro che cercare di chiudere le applicazioni aperte. Tuttavia, un file di swap pieno al 100 per cento può fatalmente comportare l'impossibilità di chiudere regolarmente un programma. La combinazione di tasti CTRL-ALT-CANC dovrebbe in questo caso consentire di chiudere forzatamente l'applicazione che non reagisce più anche se i dati andranno così irrimediabilmente persi. Finché disponete di abbondante spazio su disco, dovreste quindi affidare a Windows la gestione della memoria virtuale. Scegliere quindi il pulsante di opzione corrispondente nella finestra di dialogo Memoria Virtuale, aperta scegliendo il pulsante di comando omonimo nella scheda Prestazioni della finestra di dialogo Proprietà: Sistema, a sua volta aperta facendo click con il pulsante destro del mouse sull'icona Risorse del computer e scegliendo quindi Proprietà; in alternativa, scegliete il pulsante Avvio di Windows 95 e fate click su Impostazioni quindi su Pannello di controllo e infine sull'icona Sistema.

15) Impossibile completare questa operazione perché l'applicazione non risponde
Messaggio emesso da: KERNEL32 DLL
Tipo: ingannevole


Quando, a causa di un'acuta carenza di memoria o di altre risorse, un programma che gira in Windows reagisce con tale messaggio (nella schermata in alto alla colonna successiva), non potrete continuare a usarlo. Solo in rarissimi casi il programma riesce a riattivarsi. Per liberare le risorse di sistema bloccate e di conseguenza l'applicazione "in panne', è per lo più necessario il "colpo di grazia": premete CTRL-ALT-CANC e selezionate il processo o i processi indicati come inattivi; quindi scegliere il pulsante di comando Termina applicazione per liberare le risorse bloccate. Se cercate di accedere a un processo inattivo, in cui per esempio un blocco di testo copiato negli Appunti dall'applicazione bloccata doveva essere incollato in un'altra applicazione, riceverete l'informazione che il server è esaurito. Il termine server designa in questo caso l'applicazione di origine, per il momento inattiva, alla quale non è possibile accedere (essendo stato chiuso il processo sottostante). Il consiglio, riportato nel messaggio, di passare all'applicazione che ha causato il problema non ha senso e curiosamente non è neanche realizzabile.

16) Le risorse del sistema non sono sufficiente per una visualizzazione...
Messaggio emesso da: varie DLL e vari programmi
Tipo: grave

La memoria è una merce che tende a non bastare mai: chi pensa che 16 MB di ram siano una buona dotazione dovrebbe pensare che il solo sistema si appropria, a seconda dei driver installati, da 14 a 16 MB di memoria, cosicché un computer con 8 MB praticamente già all'avvio è indirizzato sul file di scambio. Prima o dopo anche il file di swap sarà troppo oberato, e allora Windows 95 comincerà a perdere colpi. Innanzitutto, ignorerà le immagini di sfondo ingorde di memoria. Se anche questo non basta, tutti i font nei programmi e nelle finestre di dialogo verranno sostituiti dai font standard di Windows. Infine, Windows negherà la visualizzazione delle schermate del DOS in modalità finestra, per risparmiare fino all'ultimo byte. Se la memoria nel pc in cui è in esecuzione Windows 95 è fortemente insufficiente e se lo spazio non basta neanche per eseguire lo swapping, Windows reagisce sovente con un messaggio in inglese> come per esempio "not enough space for arguments" . Messaggi non localizzati come questo (o come l'equivalente "Out of memory") segnalano frequentemente impostazioni errate della Memoria virtuale. Fino a quando è in grado almeno di eseguire lo swapping, Windows 95 parla solitamente in italiano. Se incontrate questo messaggio, dovreste innanzitutto creare più spazio per lo swapping. Forse avete un'altra partizione nella quale il file di scambio WIN386.SWP può meglio dispiegarsi, oppure potete alleggerire un Cestino troppo imponente. Naturalmente, non guasta mai aggiungere qualche MB di RAM.

17) A causa delle nuove caratteristiche di Windows 95 l'applicazione potrebbe non funzionare correttamente
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: innocuo

Se viene installato un programma DOS molto datato, il cui nome viene riconosciuto da Windows 95, all'avvio del programma appare un avviso che indica l'incompatibilità dell'applicazione. Nel nostro esempio, si tratta di Norton Commander, che naturalmente non è in grado di gestire i nomi di file lunghi. Potete tranquillamente ignorare questo messaggio e nasconderlo per sempre attivando la casella "Non visualizzare questo messaggio in futuro". Dovrete solo tenere presente che nelle operazioni sui file eseguite con questo programma i nomi lunghi andranno perduti.

18) La voce a cui il collegamento si riferisce è stata cancellata o spostata...
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: informativo

Avete cercato di eseguire un collegamento il cui oggetto di destinazione (un file EXE o un documento) non esiste più. Windows inizia quindi subito a cercare il programma nell'intero disco rigido: la ricerca riuscirà solo se il programma è stato rinominato manualmente o è stato spostato in un altro punto dello stesso supporto dati. Anche qualora Windows trovi veramente il programma giusto, le impostazioni dell'applicazione nel registro di configurazione o nei file INI non corrisponderanno più alla realtà del disco rigido e il programma verrà interrotto con un messaggio di errore.

19) Questa modifica potrebbe influenzare una o più applicazioni registrate. Continuare?
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: informativo, ma impreciso

La Gestione Risorse registra tutte le directory menzionate nel Registro di Configurazione. Queste godono di una protezione particolare quando vengono rinominate, spostate o cancellate, per garantire le operazioni standard registrate del mouse (l'uso del doppio click e l'attivazione dei menu contestuali) nei file dell'utente. Se in fase di cancellazione o spostamento viene visualizzato il suddetto messaggio, saprete che con tale modifica rovinerete qualche operazione registrata sui file. È interessante notare la parola "potrebbe", che indica un modo non particolarmente logico per proteggere i programmi registrati: solo la cancellazione di cartelle significa infatti in ogni caso la perdita di un collegamento ai file. Di solito, se una cartella viene rinominata, Windows riconosce automaticamente tra le specifiche di file memorizzate dove dovrà essere cercato il programma da ora in poi. Diverso è il caso dello spostamento: se la directory rimane nella stessa unità, Windows sarà ancora in grado di rintracciare il programma; se invece viene spostata in un'altra unità, il collegamento andrà perso.

20) Modificando l'estensione, il file potrebbe diventare inutilizzabile. Modificare l'estensione del file?
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: da informativo a fastidioso

Questo messaggio viene mostrato in linea di massima quando l'estensione registrata di un nome di file viene sostituita con una diversa. Appare pertanto prima dell'innocua modifica di un file DOC in un file TXT così come prima dell'alterazione di un file DLL o EXE di vitale importanza, che quindi non funzionerà più. I tipi di file non registrati possono essere modificati come si desidera.

21) Impossibile creare un collegamento qui. Creare un collegamento sul desktop?
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: informativo

Se cercate, per esempio, di creare un collegamento in un'unità di rete sulla quale non avete diritto di accesso per scrittura, riceverete questo messaggio. La creazione di un collegamento richiede (come lo spostamento o la copia di un file) il diritto di accesso per scrittura sull'unità di destinazione.



22) Specificare il nome del file - Un nome di file non può contenere...
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: limitativo

Anche in Windows 95 valgono le regole vigenti nel vecchio DOS per l'assegnazione dei nomi di file, ad eccezione della lunghezza massima. Se per esempio indicate un nome di file costituito da un solo spazio vuoto, Windows presenta questo messaggio di errore. Lo stesso avviene se il nome contiene uno dei seguenti simboli :\/:*?"<>|

23) Impossibile eliminare : Accesso negato. Controllare che il disco non sia pieno...
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: informativo

Potrete incontrare questo messaggio a ogni piè sospinto. La causa può essere un supporto dati protetto dalla scrittura oppure un tentativo di cancellazione su un unita CD. Questo messaggio impedisce anche di cancellare, rinominare o spostare i file aperti. Non tutti i file aperti godono di questa protezione dalla cancellazione: sono tutelati, tra gli altri, gli importanti file di sistema di Windows e i dati di alcune applicazioni Office. I file della maggior parte delle applicazioni e dei programmi accessori si lasciano invece cancellare o spostare a piacere.

24) La cartella contiene già una cartella di nome . sostituire i file della cartelle...
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: ingannevole

Se cercate di copiare o spostare una cartella in un'altra directory che contiene già una cartella con lo stesso nome, viene presentato un messaggio di errore. A un primo sguardo, questo può sembrare banale; tuttavia, le opzioni offerte non corrispondono a quello che ci si potrebbe inizialmente immaginare: "Sì" e "Sì tutti" si differenziano in quanto con la prima opzione Windows 95 chiede conferma della sostituzione di ogni singolo file. Sia "No" sia 'Annulla" non solo chiudono la finestra di dialogo, ma interrompono anche l'operazione di copia o spostamento. Rimarrà deluso chi si aspetta che l'opzione "No" consenta di spostare o copiare tutti i file che non sono già presenti nella cartella di destinazione omonima a quella di partenza.

25) Il programma richiede una versione più nuova di Windows
Messaggio emesso da: SHELL.DLL
Tipo: curioso

Dietro a questo messaggio si nasconde un problema di tutt'altra specie: se per esempio, cerchiamo di avviare il file (difettoso) CALC.EXE (quello della calcolatrice). Windows non sa come comportassi con il file danneggiato, pertanto non gli rimane che affidarsi a una versione futura più intelligente. Il messaggio più comune in questi casi e: " non è un'applicazione Win32 accettata.



26) Il file non contiene icone. Scegliere un'icona dall'elenco...
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: innocuo

Non tutti i file EXE contengono icone specifiche. Se confermate il messaggio scegliendo OK, Windows "'vi presenta un file contenente icone. Naturalmente> potete scegliere qualsiasi file ICO o qualsiasi altro che contenga icone. Vere e proprie miniere di icone sono, tra gli altri, i file SHELL32.DLL o MORICONS.DLL.


27) L'unità contiene file in uso da Windows
Messaggio emesso da: SHELL32.DLL
Tipo: informativo

Questo messaggio di errore viene visualizzato se cercare di formattare l'unità C: dal menu contestuale della Gestione Risorse. Forse vi tranquillizzerà sapere che Windows non possiede alcun meccanismo integrato di auto distruzione e che si rifiuta di eseguire anche l'istruzione "Format" impartita nella finestra del DOS. Se desiderate veramente formattare il disco rigido dovete avviare il pc in modalità MS-DOS pura.
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:
Scrivi commenti

Random Posts