toc2 Come creare collegamenti ipertestuali. - Software Free & Open Source

Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

giovedì 9 gennaio 2014

Come creare collegamenti ipertestuali.

Immagino che tutti voi sappiate cosa è un link (collegamento) ipertestuale. Comunque, per chi non lo sapesse, semplificando e tralasciando i servizi meno utilizzati, è costituito da un testo, un’immagine o un bottone che, se cliccato, porta il navigatore ad una pagina diversa, o ad una parte della pagina, oppure consente di inviare un’e-mail. I link sono riconoscibili dal fatto che passandoci sopra il puntatore del mouse, esso assume una forma diversa (generalmente quella di una mano con l’indice puntato). L’utilizzo dei link all’interno di un sito web è fondamentale.

 

Utilizzo della finestra di dialogo

La finestra di dialogo è richiamabile nei seguenti modi:

  • Easy: Anchor;
  • Expert: Standard->Anchor External;
  • Hardcore: In-line/Media->Anchor Tag Editor;
  • menu: [Insert->Anchor/Link];

Considerando che quello HTTP che consente di visualizzare i siti internet, è solo uno dei servizi Internet disponibili, dalla finestra di dialogo è possibile selezionare il servizio desiderato.

hyperlink

Inserire un link ad un’altra pagina del proprio sito (link interno)

Per inserire un link ad un’altra pagina del proprio sito, non è nemmeno il caso di selezionare il servizio, ma basta premere sul tasto a forma di cartellina aperta e selezionare la pagina desiderata. Verrà così creato un collegamento relativo, cioè a partire dalla cartella su cui si trova la pagina. Consiglio di lasciare il link così come viene creato, in modo che funzioni indipendentemente da dove viene salvato o pubblicato il sito.

Inserire un link ad un altro sito (link esterno)

Anche in questo caso la scelta del servizio non è necessaria, è utile solo se si digita direttamente l’indirizzo del sito. È presente una comoda funzione: premendo il secondo tasto a forma di cartellina (quello sulla destra), compare un piccolo menu che permette di inserire, oltre i link alle varie pagine di EvrSoft, anche tutti i link che vengono automaticamente importati dai Preferiti di diversi browsers.

Altre opzioni della finestra di dialogo

Nel campo Target, è possibile decidere dove si vuole aprire il collegamento. Selezionando _blank, esso viene aperto in una nuova finestra e con _self, viene caricato al posto della pagina che lo richiama. Nel caso la pagina su cui si inserisce il link contenga dei frames, l’opzione _parent caricherà la pagina sul frame immediatamente precedente a quello presente, l’opzione _self la caricherà sul frame in cui è presente il link, l’opzione _top eliminerà tutti i frames e caricherà la nuova pagina sulla stessa finestra; infine è possibile digitare direttamente il nome del frame in cui caricare la pagina.
Sul campo NAME si può indicare un nome da assegnare alla finestra o al frame che conterrà la nuova pagina (può servire per gestirla tramite script o per indicarla in seguito come TARGET per il caricamento di un altro documento.
Sul campo DESCRIPTION è possibile indicare il testo da visualizzare per richiamare il link.


Si può poi definire su STATUSBAR, del testo che andrà visualizzato sulla barra di stato quando il mouse passa sul link.
Infine si può decidere di visualizzare il link come bottone anziché come semplice scritta.


In basso troviamo due ulteriori opzioni valide solo per Explorer, la prima consente di visualizzare un Tooltip (breve testo descrittivo visualizzato all’interno di una bandierina gialla) quando si passa sul link col mouse, ed il secondo consente di impostare un tasto di scelta rapida per attivare il link. Ad esempio posso impostare il tasto ALT+R per richiamare il link alla pagina “Registrazione”.

Inserire immagini contenti link

Non è stato previsto un metodo facilitato per inserire immagini contenti link. Quindi credo che il metodo più veloce per farlo consista nell’inserire il link normalmente, lasciando in bianco il campo DESCRIZIONE, e poi posizionarsi col cursore subito prima della scritta </a> e inserire l’immagine (col metodo che si preferisce).

Utilizzo dei segnalibri (anchors o target)

All’interno di un’unica pagina, è possibile identificare diversi punti richiamabili tramite link. Immaginiamo ad esempio un lungo elenco di parole in ordine alfabetico: all’inizio della pagina possiamo inserire dei collegamenti alle diverse lettere dell’alfabeto. Quindi cliccando su ‘F’, ci ritroviamo immediatamente a visualizzare tutte le parole che iniziano con la F. Per ottenere un effetto di questo tipo bisogna fare due operazioni diverse:

Inserimento di un segnalibro

L’unica barra che contiene uno strumento di inserimento veloce è la barra Expert: Standard->Insert Target; a questo punto basta inserire all’interno delle doppie virgolette il nome che si intende dare al segnalibro (ad esempio ‘F’); da questo momento in poi sarà possibile visualizzare la pagina corrente a partire dal punto in cui è presente tale segnalibro.

Collegamento ad un segnalibro

È un collegamento come gli altri, con l’unica differenza che anziché indicare un indirizzo o il nome di una pagina, si indica il carattere # seguito dal nome del segnalibro. Lo strumento di inserimento rapido si trova a fianco a quello visto precedentemente ed è: Standard->Goto Target. Ricordatevi di inserire il testo o l’immagine che richiamerà il link subito prima del testo </a>, altrimenti il link non sarà visibile e quindi nemmeno utilizzabile.

Collegamento ad un segnalibro su una pagina diversa

Consiglio di utilizzare lo strumento che ho illustrato prima per inserire i collegamenti a pagine e siti. L’unica operazione aggiuntiva da fare consiste nell’aggiungere all’interno del link il carattere # seguito dal nome del segnalibro (ad esempio: “index.htm#F”).

Nota

Utilizzando lo strumento di creazione link per indicare un collegamento e compilando anche il campo NOME, si crea in un unico passaggio sia un collegamento che l’assegnazione di un segnalibro. Sarà quindi possibile indicare in un’altra parte del documento un link a tale link.

Collegamento ad un indirizzo e-mail

Cliccando un link di tipo email, viene aperto il programma di posta predefinito contenente un nuovo messaggio in cui alcuni campi possono essere già compiltati (a seconda di come viene creato il link). La creazione di questo tipo di link è facilitata da diversi strumenti:

  • C’è uno strumentino apposito che però è nascosto (l’ho scoperto per caso). Infatti non è presente su nessuna barra strumenti ma è richiamabile dal menu: [Insert->E-mail]. A questo punto compare una finestrella in cui è possibile compilare alcuni campi. Il campo E-MAIL conterrà l’indirizzo e-mail del destinatario; il campo SUBJECT l’eventuale oggetto (vedi più avanti in questo paragrafo per la compatibilità); il campo DESCRIPTION contiene invece il testo che appare nel browser come indicazione del link (ad esempio: “premi qui per mandarmi un’email”); infine STATUSBAR, come già visto prima consente di impostare un testo che verrà visualizzato nella barra di stato solo quando il mouse del visitatore si posiziona sul link.
  • Ma il modo più semplice per creare un collegamento e-mail consiste nel premere l’apposito bottone su Expert: Standard->E-mail to; a questo punto basta inserire l’indirizzo di posta elettronica e il testo descrittivo.
  • Oppure si può usare lo strumento di creazione collegamenti visto nel paragrafo precedente; si sceglie come servizio quello “mailto:” e si aggiunge l’indirizzo direttamente nel campo URL.

Precompilare i campi dell’e-mail e compatibilità

C’è la possibilità di indicare anche altri dati, ad esempio l’oggetto, uno o più destinatari in copia carbone e anche il testo del messaggio, ma purtroppo queste opzioni non sono universalmente compatibili. Ad esempio il campo TITLE (per l’oggetto) è riconosciuto solo da Mosaic e Explorer mentre in Netscape l’oggetto si inserisce come SUBJECT. Segue un esempio contenente diversi campi e riconosciuto presumibilmente solo da Explorer + Outlook Express:

<A hrEF=”mailto:user@domain.it?subject=Oggetto dell’email&cc=cc@domain.it&body=Testo e-mail”>Premi qui</A>

Consiglio:
per aprire il programma di posta predefinito con un messaggio vuoto senza indicare il destinatario, basta inserire il link mailto: senza nessun indirizzo. Ricordatevi chiaramente di inserire il testo (o l’immagine) sempre prima di </a>.
Per creare un collegamento e-mail richiamabile tramite un pulsante, vedere lo strumento di creazione collegamenti all’inizio di questa stessa lezione.

Collegamento ad un server FTP

Basta scegliere il relativo servizio dalla lista (sempre tramite lo stesso strumento già visto). Il server FTP verrà visualizzato direttamente nel browser, se lo stesso lo consente. Nel caso sia richiesta user-id e password, essi verranno richiesti (sempre se la cosa è supportata dal browser).

Altri servizi

Sono disponibili altri servizi (come telnet, newsgroup, gopher, ecc.).

Altri modi per inserire i link

  • Utilizzando il File Explorer, basta trascinare il nome di un file sul documento in lavorazione e verrà creato automaticamente un link contenente il nome del file. Basterà aggiungere la descrizione direttamente nel punto di inserimento.
  • La stessa operazione può essere effettuata anche dal Project Manager.
  • Dal menu contestuale scegliere la voce Make Link.
  • Dalla barra Hardcore: In-line/Media->Anchor.
  • Dal menu: [Insert->Link to Local File].
  • Dalla barra Expert: Standard->Anchor – Local.

Gli ultimi due sono consigliati per i collegamenti interni.

hyperlink1

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:
Scrivi commenti

Random Posts