toc2 Guida introduttiva di Opera: mappa e aspetto del browser. - Software Free & Open Source

Microsoft Edge, Microsoft, Browser Internet Firefox, Mozilla, estensioni OpenOffice, software libero, Writer, Impress, Calc PadFone, smartphone Matroska, multimedia Avast, antivirus, sicurezza html5, flash, giochi iPhone, iPod touch e iPad infografica, internet browsers, opera, mozilla firefox, chrome, internet explorer cloud computing, internet

sabato 5 luglio 2014

Guida introduttiva di Opera: mappa e aspetto del browser.

Opera è un browser web freeware e multipiattaforma prodotto da Opera Software, disponibile per i sistemi operativi Windows, Linux e molti altri.

Opera è nato nel 1994 come progetto di ricerca della Telenor, la più grande compagnia di telecomunicazioni norvegese. Nel 1995 fu fondata la Opera Software ASA, che si dedica da allora al suo sviluppo. Nel maggio del 2009 è risultato essere uno dei 10 browser più utilizzati.[3]

Dal 2013 Opera è sviluppato e disponibile in due versioni contemporaneamente, la 12 (basata sul motore di rendering Presto) e la 15 (basata su Chromium ed il nuovo motore Blink).

Opera dispone di diverse funzioni per gli utenti esperti e gli sviluppatori. Ad esempio permette di disattivare il caricamento di tutte le immagini o solo di quelle che non sono nella cache; permette di disattivare alcuni o tutti gli elementi grafici di una pagina, fino ad ottenere una rappresentazione simile a quella ottenibile con un browser puramente testuale come Lynx.

È possibile anche modificare il codice HTML di una pagina e visualizzare gli effetti della modifica senza salvarlo o ricaricare.


Include inoltre un debugger integrato che permette di analizzare le caratteristiche di ogni elemento di una pagina, di visualizzare i tempi di caricamento di ogni componente, il DOM e gli errori degli script.

 Integra un client torrent e uno di posta elettronica, per ricevere le e-mail da 5 differenti indirizzi.
Modalità turbo[modifica | modifica sorgente]

A partire da Opera 10 si ha a disposizione la modalità Turbo, la quale esattamente come in Opera Mini comprime i contenuti delle pagine web tramite i server Opera per velocizzarne il download, il che avvantaggia soprattutto le connessioni lente, come modem 56k o GPRS, o le tariffazione a traffico, mentre in presenza di una linea veloce come l'ADSL tale funzione può risultare controproducente.

Download per Linux.

Download per Windows.

Mappa e aspetto del browser.


  1. Lo schema predefinito del browser consiste in, partendo dall'alto a sinistra: Menu principale e barra delle schede. In basso si trova il campo indirizzi, quindi la finestra di visualizzazione. Sul fondo del browser si trova la barra di stato. I pannelli sono visibili sulla sinistra, quando attivi.
  2. Campo indirizzi
  3. Campo di ricerca
  4. Barra delle schede
  5. Menu principale
  6. Schede chiuse
  7. Visualizzazione dei contenuti delle pagine web.
  8. Selettore dello zoom, adatta alla larghezza dello schermo e gestione delle immagini
  9. Icona di Opera Turbo
  10. Icona di Opera Link
  11. Pannelli
  12. Selettori dei pannelli
  13. Tasti dei pannelli (per spostarsi tra i pannelli)


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:
Scrivi commenti

Random Posts